Informazioni Utili

Informazioni utili per la gestione della tua fornitura Energit, raggruppate per area tematica.

Tematiche generali

E’ il mercato che ha come oggetto la fornitura di energia elettrica e gas dove il cliente può scegliere liberamente il proprio fornitore in base alle proprie esigenze. Si tratta di un mercato a scelta volontaria, che non prevede alcun obbligo.

Energit è una società di vendita sul mercato libero che fornisce energia elettrica, gas naturale e servizi di risparmio energetico sull’intero territorio nazionale a migliaia di clienti privati, condomini, piccole e medie imprese e grandi industrie.

Per l’attivazione del servizio sono sufficienti:

  • copia cartacea del contratto firmato,
  • copia di un documento di identità valido
  • copia della fattura del precedente forniture

In alternativa, se il cliente acconsente, è possibile attivare il servizio anche attraverso ordine telefonico registrato su supporto durevole nel rispetto della normativa vigente sul telemarketing nonché del Codice del Consumo. L’attivazione della fornitura è comunque subordinata alla verifiche di fattibilità tecnica e affidabilità finanziaria effettuate da Energit al momento della richiesta di attivazione del servizio.

A valle del buon esito delle verifiche di fattibilità tecnica e affidabilità finanziaria operate da Energit a valle della richiesta di attivazione dell’utenza, il servizio sarà attivo al meglio entro 3 settimane, nel rispetto delle tempistiche e degli standard di qualità imposti dall’Autorità per l’Energia elettrica e il gas naturale.

In conformità con la delibera ARG/com 164/08 e s.m.i. (Testo Integrato della Qualità della Vendita ) Energ.it S.p.A. ha raggiunto i seguenti livelli specifici effettivi di qualità (clienti finali energia e gas sul mercato libero – dati riferiti al primo semestre 2016):

  1. risposta motivata a reclami scritti: tempo medio di 35,3 giorni solari nel settore elettrico (26 indennizzi corrisposti per un ammontare pari a 660 euro) e 38,75 giorni nel settore gas (9 indennizzi corrisposti per un ammontare pari a 260 euro) per la risposta motivata ai reclami scritti;

  2. rettifica di fatturazione: tempo medio di 42 giorni solari nel settore elettrico (0 indennizzi corrisposti per un ammontare pari a 0 euro) e 0 giorni nel settore gas (0 indennizzi corrisposti per un ammontare pari a 0 euro) per la rettifica di fatturazione;

  3. rettifica di doppia fatturazione: tempo medio di 72,75 giorni solari nel settore elettrico (6 indennizzi corrisposti per un ammontare pari a 320 euro) e 31 giorni nel settore gas (1 indennizzo corrisposto per un ammontare pari a 20 euro) per la rettifica di doppia fatturazione.

I livelli generali di qualità commerciale definiti nel TIQV prevedono inoltre che Energ.it S.p.A. sia tenuta a rispettare i seguenti standard:

  1. 95% per quanto attiene l’invio delle risposte a richieste scritte di informazioni entro il tempo massimo di 30 giorni solari;
  2. 95% per quanto attiene l’invio delle risposte motivate a richieste scritte di rettifica di fatturazione entro il tempo massimo di 40 giorni solari.

I livelli generali di qualità commerciale del servizio di distribuzione gas di competenza del venditore di gas naturale definiti dalla Del. 574/2013/R/gas – RQDG prevedono che Energ.it S.p.A. sia tenuta a rispettare lo standard del 90% per quanto attiene la fissazione degli appuntamenti con il cliente finale entro il tempo massimo di 1 giorno lavorativo a partire dalla messa a disposizione dell’esito di ammissibilità della pratica da parte del distributore.Nel corso del I semestre dell’anno 2016 Energ.it S.p.A. ha raggiunto i seguenti livelli generali effettivi di qualità (clienti finali energia e gas sul mercato libero):

  1. 95,2% di risposte a richieste scritte di informazioni inviate entro il tempo massimo di 30 giorni solari nel settore elettrico (tempo medio di risposta pari a 11 giorni) e 100% nel settore gas (tempo medio di risposta pari a 6 giorni);

  2. 75% di risposte motivate a richieste scritte di rettifica di fatturazione entro il tempo massimo di 40 giorni solari nel settore elettrico (tempo medio di risposta pari a 38,5 giorni) e 100% nel settore gas (tempo medio di risposta pari a 25,3 giorni).

La qualità, l’affidabilità e la sicurezza del servizio Energit S.p.A. sono garantiti da Terna e dal Distributore Locale, che continueranno a fornire tutta l’assistenza tecnica necessair asecondo gli standard indicati dall’Autorità per l’Energia Elettrica ed il Gas (AEEG), indipendentemente dal fornitore scelto.

Bollettino postale, addebito diretto su conto corrente (SDD), bonifico, carta di credito (circuiti visa, mastercard, moneta), lottomatica.

Come previsto dal Codice del Consumo, il contratto può essere sottoscritto per iscritto anche a distanza attraverso firma e restituzione ad Energit della documentazione cartacea; in alternativa, se il cliente acconsente, è possibile rinunciare alla forma scritta e stipulare il contratto a distanza anche attraverso una registrazione telefonica su supporto durevole. In quest’ultima modalità, l’attivazione del servizio è comunque subordinata al buon esito delle verifiche di fattibilità tecnica e affidabilità finanziaria, nonché al buon esito di una successiva chiamata di controllo qualità attraverso la quale Energit accerterà la consapevolezza del cliente sul passaggio di fornitore richiesto. Concluse positivamente dette verifiche, Energit invierà al Cliente una comunicazione di conferma sulla conclusione del contratto, accompagnata dalla documentazione contrattuale integrale, precompilata con i dati del cliente. A partire dalla ricezione di questa comunicazione di conferma, il cliente avrà in ogni caso 14 giorni di tempo per usufruire del diritto di ripensamento, esercitabile gratuitamente nelle modalità descritte sul contratto. Resta inteso che in caso di sottoscrizione telefonica del contratto, le registrazioni vocali saranno rese nella piena disponibilità del Cliente e avranno valenza alternativa ed equivalente alla sottoscrizione in forma scritta, in linea con quanto definito nel Codice del Consumo.

La “Bolletta 2.0” è lo standard di fatturazione introdotto dalla delibera AEEG n. 501/2014/R/com, con cui l’AEEGSI ha definito gli standard per l’emissione delle bollette per i Clienti finali di energia elettrica alimentati in bassa tensione e per i clienti gas con consumi annui nei limiti di 200.000 Smc/anno. Scopo principale della Bolletta 2.0 è quello di razionalizzare e semplificare le informazioni contenute nelle bollette, rendendo uniformi la terminologia, le voci di costo e tipologia di dati tecnici contenuti nei documenti di fattura.

Tutti i clienti domestici hanno il diritto di ripensamento, ovvero il diritto di recedere dal contratto, senza indicarne le ragioni, entro 14 giorni dal giorno della conclusione del contratto. Per esercitare questa forma di recesso, il Cliente è tenuto ad informare Energit circa la sua decisione di recedere dal contratto tramite una dichiarazione esplicita (ad esempio lettera inviata per posta, fax o posta elettronica), utilizzando i seguenti recapiti: Energ.it S.p.a. via Edward Jenner 19/21 – 09121 Cagliari (CA) – Servizio Clienti Gratuito 800.19.22.22 – Fax Gratuito 800.19.22.55 – email: energia@energit.it.

Il Cliente può inviare ad Energit delle richieste di informazioni / segnlalazioni / reclami per iscritto avvalendosi dell’apposito modulo presente anche nella home page del sito Energit, scaricabile qui

Il Cliente è in ogni caso libero di inviare il reclamo scritto senza utilizzare il modulo specifico, purché la comunicazione contenga almeno i seguenti elementi minimi necessari a consentire la sua corretta identificazione e l’invio della risposta motivata scritta:

  • nome e cognome del Cliente;

  • l’indirizzo di fornitura;

  • l’indirizzo postale o telematico, se diverso dall’indirizzo di fornitura al quale recapitare la risposta;

  • il servizio a cui si riferisce il reclamo scritto (elettrico, gas, entrambi).

Energit Consiglia di indicare in ciascuna richiesta anche le seguenti informazioni:

  • il codice cliente che trovi sulla tua bolletta;

  • il codice POD (elettricità) o PDR (gas) che trovi sulla tua bolletta

Il Cliente può inviare la richiesta di informazioni/reclami all’indirizzo Energ.it S.p.a. via Edward Jenner 19/21 – 09121 Cagliari (CA) – all’attenzione dell’ufficio “Claims”.

Ricevuta la segnalazione, Energit prenderà in carico la richiesta, aggiornando il Cliente sull’avanzamento della pratica e provvedendo alla risposta entro i termini definiti dall’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas nel TIQV (delibera 164/08 e s.m.i.).

 

Il deposito cauzionale è una forma di garanzia richiesta abitualmente ai nuovi clienti all’inizio della somministrazione delle fornitura, fatturata una tantum alla prima bolletta secondo gli importi definiti sulla documentazione contrattuale. Tale addebito – restituito in ogni caso alla cessazione della fornitura – è dovuto solamente per i clienti finali che scelgono una modalità di pagamento diversa dall’addebito diretto su conto corrente (SDD). Gli importi dovuti dipendono dalla tipologia di fornitura richiesta (energia elettrica / gas naturale) e dal profilo tecnico dell’utenza servita.

La legge finanziaria 2005 (L. 30/12/2004 n.311, art.1, commi 332,333,334) stabilisce che tutte le Società che svolgono attività di somministrazione di energia elettrica, gas e servizi idrici, hanno l’obbligo di richiedere ai propri clienti i dati catastali identificativi dell’immobile presso cui è attivato il contratto di fornitura e di trasmettere i dati dichiarati dal Cliente all’Anagrafe Tributaria. I clienti intestatari di un contratto di fornitura di energia elettrica, anche se diverso dal proprietario dell’immobile (inquilino, comodatario, titolare del diritto di abitazione, ecc.), qualora non avessero già provveduto, dovranno fornire una dichiarazione contenente i dati richiesti, compilando il modulo allegato e recapitandolo a Energ.it S.p.a. via Edward Jenner 19/21 – 09121 Cagliari (CA).

Modulo comunicazione dati catastali – utenza ENERGIA ELETTRICA 

Per eventuali ulteriori informazioni riguardanti la normativa che prevede l’obbligo di comunicazione dei dati catastali, i clienti possono rivolgersi direttamente agli uffici dell’Agenzia delle Entrate oppure consultare il sito internet www.agenziaentrate.gov.it

Energia elettrica

Da gennaio 2009 è attivo il cosiddetto “bonus sociale” (ovvero ‘il regime di compensazione della spesa sostenuta dai clienti domestici per la fornitura di energia elettrica’).
Tale compensazione, sotto forma di sconto applicato nella bolletta per la fornitura di energia elettrica, è uno strumento introdotto dal Governo che ha l’obiettivo di sostenere le famiglie in condizione di disagio economico e/o fisico, garantendo loro un risparmio sulla spesa annua per energia elettrica.
Potranno accedere al bonus sociale per disagio economico  tutti i clienti domestici (le famiglie), intestatari di una fornitura elettrica nell’abitazione di residenza, che abbiano un ISEE inferiore o uguale a 7.500 euro. Per i nuclei familiari con almeno 4 figli a carico la soglia ISEE è innalzata a 20.000 euro. Il bonus  è valido  per dodici mesi e ne può essere richiesto il rinnovo se permangono le condizioni di disagio economico.
Hanno invece diritto al bonus per disagio fisico tutti i clienti domestici (le famiglie) presso i quali vive un soggetto affetto da grave malattia, costretto ad utilizzare apparecchiature necessarie per il mantenimento in vita alimentate ad energia elettrica.
I bonus sociali per disagio economico e per disagio fisico sono cumulabili qualora ricorrano i rispettivi requisiti di ammissibilità.
Per accedere al bonus sociale occorre  fare domanda presso il proprio Comune di residenza o presso altro istituto da questo designato, presentando l’apposita modulistica compilata in ogni sua parte.

I moduli sono reperibili sul sito dell’Autorità per l’energia elettrica e il gas www.autorita.energia.it

Per compilare i moduli sono necessarie tutte le informazioni relative al cliente, alla sua residenza, al suo stato di famiglia e alle caratteristiche del contratto di fornitura di energia elettrica (facilmente reperibili sulle bollette), nonché la documentazione relativa all’ISEE.

Per le richieste di bonus sociale per disagio fisico è indispensabile una apposita certificazione della ASL, mentre non è richiesto l’ISEE.

Ulteriori informazioni

Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito internet dell’Autorità per l’energia elettrica e il gas www.autorita.energia.it o chiamare il numero verde 800.166.654.

Come definito dalla Legge di Stabilità, da luglio 2016 il Canone Rai viene inserito nella bolletta dell’energia elettrica e applicato ai titolari delle utenze di energia elettrica nel luogo di residenza anagrafica. Il canone sarà suddiviso in 10 rate mensili da gennaio a ottobre e per l’anno 2016 l’importo totale sarà pari a 100€.

Per il solo anno 2016 il primo addebito avverrà nella prima bolletta elettrica successiva al 1 luglio 2016 e comprenderà tutte le rate già scadute (quelle da gennaio a giugno). Le successive rate, fino al raggiungimento dell’importo totale di 100€, saranno inserite all’interno delle bollette di energia elettrica che continueranno ad essere emesse con le attuali tempistiche. L’importo della rata sarà indicato in bolletta con una voce specifica e chiaramente identificabile.

Per eventuali richieste di esenzione, l’utente dovrà dichiarare la non detenzione di apparecchi radiotelevisivi seguendo le procedure indicate sul sito www.canone.rai.it. Per eventuali dubbi o richieste di chiarimenti è necessario contattare il numero verde gratuito 800.93.83.62 messo a disposizione dalla RAI.

Di seguito riportiamo inoltre alcuni link utili:

Informazioni generali 
Casi particolari esonero
Modelli e istruzioni

Per maggiori dettagli visita il sito www.canone.rai.it

Il prezzo si differenzia in base a:

  • consumo di energia

  • numero di contatori

  • potenza impegnata presso ciascun punto di prelievo

  • Livello tensione

  • Uso dell’energia (domestici, illuminazione pubblica o altri usi non domestici).

Le componenti principali sono:

Gas Naturale

Si intende il servizio di fornitura di gas naturale garantito a tutti i clienti finali domestici non ancora serviti sul mercato libero, a condizioni economiche prestabilite e aggiornate dall’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas. Per ulteriori informazioni visita il sito dell’Autorità per l’Energia elettrica e il Gas al seguente link

Da dicembre 2009 è attivo il cosiddetto “bonus sociale gas” (ovvero ‘il regime di compensazione della spesa sostenuta dai clienti domestici per la fornitura di gas naturale). Tale compensazione, sotto forma di sconto applicato nella bolletta per la fornitura di gas naturale, è uno strumento introdotto dal Governo, che ha l’obiettivo di sostenere le famiglie in condizione di disagio economico, garantendo loro un risparmio sulla spesa annua per il gas naturale

Potranno accedere al bonus sociale  per disagio economico tutti i clienti domestici (le famiglie), intestatari di una fornitura di gas naturale nel luogo di residenza con misuratore di classe non superiore a G6 e che abbiano un ISEE inferiore o uguale 7.500 euro. Per i nuclei familiari con almeno 4 figli a carico la soglia ISEE è innalzata a 20.000 euro.

Il bonus sociale è riconosciuto anche ai clienti domestici che utilizzano impianti condominiali alimentati a gas naturale. In tal caso, non viene corrisposto in bolletta, ma attraverso un bonifico domiciliato che  potrà essere ritirato presso gli sportelli di Poste Italiane.

Il bonus è valido  per dodici mesi e ne può essere richiesto il rinnovo se permangono le condizioni di disagio economico.

Per  accedere al bonus sociale occorre  fare domanda presso il proprio Comune di residenza o presso altro istituto da questo designato, presentando l’apposita modulisticacompilata in ogni sua parte.

I moduli sono reperibili sul sito dell’Autorità per l’energia elettrica e il gas.

Per compilare i moduli sono necessarie tutte le informazioni relative al cliente, alla sua residenza, al suo stato di famiglia e alle caratteristiche del contratto di fornitura di gas naturale (facilmente reperibili sulle bollette), nonché la documentazione relativa all’ISEE.

Il bonus sociale gas, inoltre, è cumulabile con il bonus sociale elettrico.

Ulteriori informazioni
Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito internet dell’Autorità per l’energia elettrica e il gas www.autorità.energia.it o chiamare il numero verde 800.166.654.

Chiunque usi, anche occasionalmente, gas metano o altro tipo di gas fornito tramite reti di distribuzione urbana o reti di trasporto, beneficia in via automatica di una copertura assicurativa contro gli incidenti da gas, ai sensi della Delibera ARG/gas 79/10 dell’Autorità per l’energia elettrica e il gas.

La copertura assicurativa è valida su tutto il territorio nazionale; da essa sono esclusi:

  • i clienti finali di gas metano caratterizzati da un consumo annuo superiore a 200.000 metri cubi alle condizioni standard per utilizzi industriali;
  • i clienti finali di gas metano caratterizzati da un consumo annuo superiore a 300.000 metri cubi alle condizioni standard per utilizzi ospedalieri;
  • i consumatori di gas metano per autotrazione.

Le garanzie prestate riguardano: la responsabilità civile nei confronti di terzi, gli incendi e gli infortuni, che abbiano origine negli impianti e negli apparecchi a valle del punto di consegna del gas (a valle del contatore).
L’assicurazione è stipulata dal CIG (Comitato Italiano Gas) per conto dei clienti finali.

Per ulteriori dettagli in merito alla copertura assicurativa e alla modulistica da utilizzare per la denuncia di un eventuale sinistro si può contattare lo Sportello per il consumatore di energia al numero verde 800.166.654 o con le modalità indicate nel sito internet www.autorita.energia.it.

Scarica PDF Polizza di Assicurazione INA ASSITALIA dal 1/10/2010 al 31/12/2013 (845 KB)

Scarica PDF Modulo Denuncia Sinistro da utilizzare dal 1/10/2009 (53 KB)

Chi avesse già denunciato un sinistro da incidente da gas e desiderasse ricevere informazioni sullo stato della pratica, può rivolgersi al numero verde 800 929 286 del CIG (Comitato Italiano Gas), attivo tutti i giorni lavorativi dalle ore 9 alle 12 e dalle ore 14 alle 17, oppure scrivere una e-mail all’indirizzo assigas@cig.it, o inviare un fax al numero 02/52037621.

Consulta il sito AEEG