HomeEnergit timeCome costruire una casa a risparmio energetico

Come costruire una casa a risparmio energetico

da Redazione | 30 Aprile 2019

Costruire una casa a risparmio energetico significa vivere in un ambiente interno sano e sicuro a basso impatto ambientale e creare le condizioni ideali per ridurre il consumo di energia, aumentando il valore di rivendita dell’immobile stesso.

Ecco le misure e gli interventi più importanti da mettere in atto per la progettazione o la riqualificazione di un edificio in termini di risparmio energetico.

Costruire una casa a risparmio energetico: le regole da seguire

Orientamento della casa

L’orientamento corretto del sito di una casa è essenziale per sfruttare l’energia del sole.
Nello specifico, nell’emisfero settentrionale, le case dovrebbero avere un orientamento nord-sud, che riduce al minimo la luce solare diretta durante l’estate (e dunque le esigenze di raffreddamento) mentre massimizza la luce solare durante l’inverno.

Anche l’orientamento delle stanze è fondamentale nella progettazione di una casa a basso consumo energetico:

  • Le camere rivolte a sud godono della luce solare per la maggior parte del giorno e sono l’ideale per gli spazi abitativi principali come soggiorno e sale da pranzo.
  • Le camere rivolte ad est sono ben esposte al sole durante la mattina mentre godono del fresco nel tardo pomeriggio, questo è un vantaggio per cucine e camere da letto.
  • Al contrario, le stanze rivolte a ovest sono esposte alla luce del tardo pomeriggio, il che può essere un problema per le camere da letto e la cucina.
  • Le camere esposte a nord hanno bassi livelli di luce solare e sono più adatte ad aree di servizio come garage, lavanderie e bagni.

Isolamento termico

Prevenire l’infiltrazione di aria e umidità all’interno di una casa è essenziale per la progettazione di una casa a basso consumo energetico.

La resistenza all’umidità è fondamentale per prevenire la putrefazione e la crescita di muffe e funghi, che possono degradare significativamente la qualità ambientale interna di una casa.

L’efficace isolamento rallenta la velocità con cui il calore si disperde dalla casa in inverno o si espande all’interno del nucleo domestico in estate, quindi rende necessaria una quantità inferiore di energia per riscaldare o raffreddare l’ambiente.

Se la tua casa non ha pareti isolanti, l’isolamento interno può migliorare notevolmente il tuo comfort, permettendoti di risparmiare una buona percentuale di energia domestica.

La vetroresina, la cellulosa e la maggior parte dei materiali isolanti in schiuma correttamente installati possono ridurre la conduzione del sistema.

Le lastre in cemento armato, con rivestimento in schiuma rigida sono perfette per un design domestico efficiente dal punto di vista energetico: l’elevata massa termica del calcestruzzo trattiene energia e mantiene la casa calda e asciutta all’interno.

Sistema di raffreddamento e riscaldamento

Il sistema di riscaldamento e raffreddamento di una casa rappresenta il 48% del consumo energetico domestico.

La progettazione di un’abitazione a basso consumo energetico dovrebbe considerare sistemi di riscaldamento e raffreddamento ad alta efficienza che utilizzano meno energia.

Essere in grado di generare la propria elettricità o integrare sistemi di generazione di riscaldamento/acqua calda che prevedono l’utilizzo di sistemi fotovoltaici o solari termici è una buona soluzione in fase di progettazione o riqualificazione energetica di una casa.

Energit ti offre soluzioni di risparmio energetico a basso impatto ambientale, garantendoti non solo una riduzione dei prezzi della fornitura ma anche una netta riduzione dei consumi, scopri di più!

Ventilazione

Controllare la ventilazione di una casa a basso consumo energetico è fondamentale perché l’ermeticità di un’abitazione può intrappolare inquinanti (come radon, formaldeide e composti organici volatili).

È essenziale, pertanto, installare un sistema di ventilazione che riduca al minimo la perdita di energia trasferendola dall’aria condizionata in uscita all’aria fresca in ingresso.

Altri utili metodi di ventilazione per una casa a basso consumo energetico sono i ventilatori di scarico in cucina e nei bagni, oltre alla ventilazione naturale.

Illuminazione

L’illuminazione rappresenta circa il 15% dei costi annuali di energia elettrica di una casa ed è fattore fondamentale da prendere in considerazione nella progettazione di una casa a basso consumo energetico.

Timer, fotocellule che spengono le luci quando non sono in uso e dimmer sono efficaci soluzioni per risparmiare denaro ed energia.

Esempi di illuminazione di una casa a risparmio energetico includono le lampadine ad emissione luminosa (LED), spesso utilizzate in apparecchi da incasso, lampade da tavolo, cucina, o per l’illuminazione dell’armadio e all’aperto.

I LED sono circa il 90% più efficienti delle lampadine a incandescenza e rappresentano la fonte di illuminazione a risparmio energetico più duratura.
Queste lampadine durano infatti cinquanta volte più a lungo di quelle incandescenti, venti/venticinque volte più delle alogene e otto-dieci volte di più delle lampadine fluorescenti compatte.

Tetto fresco

Un tetto fresco di una casa a basso consumo energetico protegge dall’eccessivo calore solare e mantiene freschi la casa e lo spazio della soffitta.

Le tegole di asfalto, materiale tradizionalmente utilizzato per la copertura, hanno un’alta massa termica e assorbiranno il calore del sole, che si trasferirà all’interno di una casa.

Un tetto fresco è fatto di materiali a bassa conduzione termica come piastrelle, ardesia o argilla che allontanano il calore grazie a pigmenti di colore chiaro che riflettono la luce solare, migliorando così il comfort interno e permettendo di ridurre le bollette energetiche.

Apparecchi a risparmio energetico

La progettazione di una casa ad alta efficienza energetica comprende elettrodomestici e apparecchi elettrici a risparmio energetico, che riducono i consumi domestici, producendo al tempo stesso meno inquinamento atmosferico.

Un frigorifero Energy Star, ad esempio, consuma circa il 9% di energia in meno rispetto ai modelli standard, mentre una lavatrice Energy Star utilizza il 25% di energia in meno e il 45% in meno di acqua rispetto ad altri modelli.

Includere questi elettrodomestici nella tua casa ridurrà di molto la quantità di energia che usi quotidianamente.

Oltre a questi fattori, ciò che maggiormente incide sui consumi domestici sono i nostri atteggiamenti: la mission di Energit è il risparmio consapevole, basato su una volontaria riduzione dei consumi attraverso la scelta di corrette soluzioni di risparmio energetico.

Contattaci  per scoprire le soluzioni pensate su misura per la tua casa e la tua azienda, inizia a risparmiare.

Pin It on Pinterest