HomeEnergit timeRisparmio energetico: bonus detrazione per tende solari

Risparmio energetico: bonus detrazione per tende solari

da Redazione | 11 Maggio 2019

La Legge di bilancio del 2006, attuata con la Finanziaria del 2007, ha introdotto importanti benefici fiscali per le opere di risanamento e riqualificazione energetica di edifici preesistenti al fine di contenere al massimo i consumi energetici.

L’Ecobonus o Bonus Energia consente, infatti, di beneficiare di importanti sgravi fiscali, che vanno dal 50% al 65%, tra questi sono inclusi anche quelli per la messa in opera di schermature solari.

Prima di analizzare nel dettaglio come funziona l’agevolazione fiscale per le tende solari a risparmio energetico, vediamo che cosa si intende per schermature solari e quali sono i vantaggi della loro installazione in ambito domestico e all’esterno degli immobili.

Schermature solari: che cosa sono e quali sono i vantaggi

Le schermature solari sono valide strutture per il risparmio energetico domestico.

Con questo termine ci si riferisce, infatti, a tende esterne e chiusure oscuranti che contribuiscono all’efficienza energetica di un immobile, rappresentano dunque un investimento fondamentale che può offrire benefici tangibili sia in inverno che durante la stagione calda.

Le schermature solari, infatti, riducono le dispersioni di calore durante la stagione fredda e contribuiscono a proteggere gli interni dai raggi solari durante quella calda, così ottimizzando le prestazioni energetiche dell’edificio in cui sono installate.

Esse rafforzano il ruolo degli infissi a risparmio energetico nella coibentazione di un edificio, contribuendo a massimizzarne la resa energetica.

I principali vantaggi legati alla messa in opera delle schermature solari sono un notevole risparmio, garantito da un efficace condizionamento della temperatura, e una netta riduzione dei consumi.

Con l’installazione di tende solari è infatti possibile abbassare la temperatura interna di 5°C-8°C, assicurando il risparmio di migliaia di kilowatt annui per ogni ambiente.

Oltre ad offrire una soluzione semplice ed efficace per il risparmio energetico, le schermature solari garantiscono una notevole riduzione delle emissioni di Co2.

Offrono anche un buon comfort visivo, facendo penetrare la luce naturale all’interno dell’abitazione, soprattutto in presenza di ampie vetrate.

Le schermature solari comprese nel bonus tende includono diverse tipologie di sistemi in particolare tende da sole, a rullo, per serre, a veranda, a pergola, cappottine mobili, veneziane e zanzariere, purché queste posseggano il fattore solare, tapparelle, tende interne e persiane.

Sono agevolabili anche i monoblocchi termoisolanti, strutture sostitutive del telaio tradizionale, il cui compito è di evitare dispersioni di calore o ponti termici in corrispondenza di infissi e porte finestre, a patto che essi vengano messi in opera contemporaneamente alla sostituzione dei serramenti.

Per essere in grado di offrire questi benefici il prodotto deve essere installato in prossimità di superfici vetrate al fine di assicurare una buona protezione dai raggi solari, oltre a garantire mobilità ossia dovrà aprirsi e chiudersi per modulare la schermatura secondo le necessità.

Vediamo ora nel dettaglio come funziona il Bonus tende, chi sono i beneficiari e come ottenerlo.

Bonus detrazione per tende solari: come funziona

Per effetto delle novità introdotte con la Legge di Bilancio 2018 e rettificate fino al 31 Dicembre 2019, l’installazione o la sostituzione di tende solari a risparmio energetico consente di beneficiare di una detrazione Irpef pari al 50% delle spese sostenute per tende esterne, interne e chiusure oscuranti.

Il beneficio arriva fino a un valore massimo di 60.000 euro per unità immobiliare, suddivisi in 10 quote di pari importo.

Le agevolazioni fiscali previste dalla nuova Legge di Bilancio 2019 copriranno tutte le spese sostenute dal 1°Gennaio 2019 fino alla fine dell’anno per gli interventi di installazione ex novo o la sostituzione di schermature solari preesistenti, che consentano un’adeguata protezione da eccesso di luce e calore e dai raggi solari.

Per poter beneficiare della detrazione sulle tende solari è necessario che i contribuenti possiedano un diritto reale sull’immobile, in particolare tra i beneficiari del bonus sono inclusi:

  • persone fisiche;
  • associazioni tra professionisti;
  • enti pubblici e privati;
  • titolari di immobili (sia di diritto che in comodato d’uso);
  • inquilini e familiari conviventi con il proprietario dell’immobile;
  • condòmini, per le parti in comune dell’edificio;

Bonus tende solari: documenti e spese detraibili

Oltre a questi requisiti, per ottenere le agevolazioni fiscali è fondamentale una documentazione specifica che attesti il fattore solare, criterio imprescindibile delle schermature solari, chiamato anche Gtot.

Si tratta di un valore in grado di determinare il potere filtrante delle tende, definito anche dal tipo di materiale utilizzato e dunque fondamentale per definire il tipo di schermatura.

Si va dal livello più basso che è zero, riguardante le tende con funzione decorativa (non incluse nel bonus) a un valore massimo pari a quattro, di massima efficienza in termini di schermatura.

Oltre a questa documentazione, il beneficiario del bonus tende solari, per poterne usufruire deve conservare e presentare all’occorrenza i seguenti documenti di tipo amministrativo e tecnico:

  • fatture o ricevute fiscali delle spese sostenute con descrizione del prodotto installato, che riporti la dicitura “schermatura solare dinamica ai sensi dei D.L. 311/2006 allegato M”;
  • ricevuta del bonifico bancario o postale con indicazione della causale di versamento, numero e data della fattura di riferimento, codice fiscale del beneficiario della detrazione e partita iva del beneficiario del bonifico e della ditta che ha effettuato i lavori;
  • ricevuta dei documenti originali dell’intervento effettuato, firmati dal tecnico, inviati all’ENEA tramite apposito portale entro 90 giorni dalla conclusione dei lavori.

Non è, invece, prevista alcuna comunicazione all’Agenzia delle Entrate, sarà sufficiente precisare di usufruire della detrazione fiscale nella Dichiarazione dei Redditi.

La detrazione Bonus tende 2019 è, infatti, fruibile al 50% delle spese sostenute, dichiarando ciascuna quota nella dichiarazione dei redditi, a partire da quella del 2019 per il 2020.

Se le spese per le tende solari sono invece state sostenute nel 2019, la detrazione fiscale ammonta al 65% anziché al 50% e la prima quota dovrà essere dichiarata nel 2020.

Il tema del risparmio energetico è anche la nostra mission: Energit ti offre soluzioni tecnologiche su misura per garantirti la riduzione dei consumi e una continua ottimizzazione dei prezzi della fornitura.

Scopri nella sezione Offerte e Servizi i nostri consigli per il tuo risparmio e contattaci per scegliere il servizio più adatto alle tue esigenze.

Pin It on Pinterest