HomeEnergit timeCome leggere la bolletta della luce

Come leggere la bolletta della luce

da Redazione | 10 Giugno 2019

Saper leggere la bolletta della luce in modo corretto è importante non solo per conoscere i propri consumi effettivi, ma anche i consumi fatturati e il prezzo dell’energia in base al proprio fornitore.

La bolletta della luce si compone infatti di svariate voci relative alle componenti che incidono sul totale della bolletta stessa, per questo è fondamentale conoscerle e soprattutto capirne il significato per iniziare a risparmiare.

Le componenti della bolletta dell’energia elettrica si possono dividere in quattro gruppi fondamentali, che sono:

  • Spesa per la materia energia, costituita da una quota fissa indipendente dai consumi e da una quota variabile in relazione al consumo e alla tariffa energetica.
  • Spesa per il trasporto e la gestione del contatore, legata al trasporto di energia, soggetta a tariffe stabilite dall’Autorità garante per l’energia elettrica, gas e sistema idrico.
  • Spesa per oneri di sistema ossia i costi relativi ad attività di interesse generale del sistema elettrico e fondamentali per mantenerlo in piena efficienza, i quali sono stabiliti trimestralmente dall’Autorità e non soggetti dunque a variazioni in base al fornitore.
  • Imposte cioè le imposte stabilite dalle leggi statali che includono IVA, accise e canone RAI.

È sufficiente conoscere il significato di alcune semplici definizioni e appropriarsi della terminologia per iniziare a leggere nel modo giusto la bolletta e tagliare le spese.

Proprio per facilitare la lettura dei dati della fatturazione, dal 2016 è stata introdotto un nuovo format di bolletta, moderno e semplificato.

La “Bolletta 2.0” è il sistema di fatturazione introdotto dalla delibera ARERA n. 501/2014/R/com, con cui sono stati definiti gli standard per l’emissione delle bollette per i clienti finali di energia elettrica alimentati in bassa tensione e per i clienti gas con consumi annui nei limiti di 200.000 Smc/anno.

Energit ha adottato questo nuovo formato di bolletta per razionalizzare e semplificarne il contenuto, uniformandone terminologia, voci di costo e tipologia di dati tecnici contenuti nei documenti di fattura.

Ecco come leggere la bolletta 2.0. di Energit e verificare i propri consumi identificando correttamente le singole voci.

Bolletta 2.0. Energit: Guida alla lettura

La nuova bolletta 2.0 si compone di due parti. Nella prima pagina della bolletta si possono trovare le seguenti sezioni:

Fornitore del servizio

Identifica Energit, il suo fornitore del servizio di fornitura di energia elettrica

Codice cliente

È un codice definito da Energit che identifica univocamente il cliente e la tipologia di servizio. Tale codice va utilizzato per ciascuna comunicazione con Energit.

Contatti utili

Sono i canali di comunicazione ossia i diversi contatti utili per la gestione del servizio di fornitura: sono inclusi i contatti verso Energit (e-mail, fax, sito web, indirizzi e numeri utili) e i contatti verso il Distributore Locale a cui rivolgersi in caso di guasti tecnici, nonché l’indirizzo per l’invio dei reclami.

Recapito delle fatture

Identifica l’indirizzo al quale vengono postalizzate le bollette. Tale indirizzo può non coincidere con quello del punto di prelievo.

Sezione informativa

Questa sezione identifica le informazioni essenziali sulla fornitura:

  • mercato di riferimento (mercato libero),
  • titolare del contratto (anagrafica e username per area riservata),
  • modalità di pagamento (utilizzata e altre disponibili),
  • gestione eventuali rateizzazioni,
  • fasce di consumo (in funzione della tipologia di misuratore),
  • informazioni sul contatore,
  • comunicazione al Cliente (comunicazioni dell’Autorità garante o del Fornitore

Estremi della bolletta

Identifica le informazioni essenziali della fattura: servizio fatturato (es. Energia Elettrica), numero fattura, periodo di riferimento, totale da pagare, scadenza, consumo fatturato e numero di punti di prelievo serviti.

Sintesi importi fatturati

Riepilogo delle voci di spesa fatturate per la somma dei contratti fatturati. Le voci sono distinte in:

  • Servizi di vendita (materia prima energia).
  • Servizi di rete (oneri per il trasporto, gestione del contatore e oneri generali di sistema).
  • Imposte (IVA, nonché eventuali ricalcoli, Bonus Sociale, Canone RAI e altre partite).

Per ciascuna voce è specificato sia il costo (€) che l’incidenza (%) sul totale della bolletta.

Costo medio unitario

Specifica il costo medio della fornitura per unità di chilowattora fornito.

Il dato viene esplicitato sia con riferimento alla sola materia prima energia (prezzo medio servizi di vendita) che al totale della bolletta (prezzo medio fornitura), valutato al netto di eventuali ricalcoli.

Regime fiscale

Specifica le aliquote di applicazione delle imposte previste dalla normativa fiscale (accisa e IVA).

Riporta inoltre il dettaglio di eventuali agevolazioni o esenzioni fiscali

Stato dei pagamenti

Specifica le informazioni sulla regolarità dei pagamenti.

In caso di ritardo nei pagamenti specifica il processo di sollecito e messa in mora, fino alla sospensione della fornitura.

Servizio di fornitura dell’energia elettrica

La seconda pagina della fattura riporta i dati prettamente tecnici relativi alla fornitura riferiti al singolo punto di prelievo servito da ciascun contratto di vendita attivo, che sono:

  • informazioni commerciali relative al contratto di fornitura sottoscritto;
  • dati tecnici della fornitura riferiti al singolo punto di prelievo servito;
  • dettaglio delle letture rilevate e consumi fatturati;
  • storico delle misure (energia attiva, energia reattiva e potenza massima) nonché il consumo medio giornaliero.

Riepilogo del contratto

Identifica il contratto oggetto di fatturazione (numero contratto), il servizio fatturato (Energia Elettrica) e il periodo di riferimento. Nel caso di utenze con più punti di prelievo e più contratti sottesi, questa sezione viene ripetuta per ciascun contratto di fornitura in essere.

Dati tecnici di fornitura

Riepiloga i dati tecnici della fornitura:

  • nome prodotto di fornitura;
  • data inizio fornitura;
  • mercato di riferimento (mercato Libero);
  • tipologia di contratto (Es. domestico residente, altri usi..);
  • sede di fornitura;
  • Numero POD (codice univoco che identifica il contatore);
  • tipologia contatore installato (es. contatore elettronico);
  • tensione di alimentazione (es. bassa tensione);
  • potenza disponibile;
  • potenza contrattualmente impegnata.

Sintesi degli importi fatturati per contratto

Riepilogo delle voci di spesa fatturate sul singolo contratto attivo. Le voci sono distinte in

  • servizi di vendita (materia prima energia);
  • servizi di rete (oneri per il trasporto, gestione del contatore e oneri generali di sistema);
  • accise sul consumo di energia;
  • IVA sulla fornitura;
  • totale parziale sulla fornitura di energia elettrica e imposte.

Se previsti saranno inoltre esplicitati:

  • eventuali ricalcoli;
  • bonus sociale;
  • canone RAI;
  • altre partite;
  • IVA su altre partite;
  • totale da pagare;

Per ciascuna voce è riportato il costo in euro.

Letture

Questa sezione specifica il dettaglio delle letture rilevate.

Identifica, più precisamente, la natura delle letture utilizzate ai fini della fatturazione (reale, stimata), specificando la fonte di provenienza (es. Distributore Locale).ù

Le letture sono distinte per fasce orarie, e si riferiscono all’energia attiva, all’energia reattiva (se presente) e alla potenza.

Consumi e conguagli

Specifica il dettaglio dei consumi fatturati su ciascuna fascia oraria, sulla base delle letture rilevate sul singolo mese del periodo di riferimento oggetto di fatturazione.

Viene inoltre specificato se il consumo è riferito ad una prima fatturazione (consumo reale o consumo stimato in acconto), o ad un ricalcolo (conguaglio).

In caso di misure fatturate in acconto o in conguaglio, per ciascun mese del periodo di riferimento della fattura viene esplicitato anche il dettaglio degli importi fatturati (€) con dettaglio distinto tra imposte e servizio di fornitura.

Storico consumi

In questa sezione è possibile consultare una sintetica tabella dello storico dei consumi rilevati negli ultimi 12 mesi.

Il dato è distinto per ciascuna fascia oraria e fornisce informazioni sull’energia attiva, sull’energia reattiva, sulla potenza massima e sul consumo medio giornaliero.

In calce alla tabella è inoltre specificato il consumo annuo dell’utenza con dettaglio sulle singole fasce orarie di prelievo.

La mission di Energit è il risparmio consapevole: non si tratta solo di una riduzione dei prezzi in bolletta ma anche di favorire un taglio netto delle spese attraverso la riduzione dei consumi.

Leggere la bolletta della luce nel modo corretto ti aiuterà a capire quanto puoi risparmiare e a scegliere il servizio più adatto alle tue esigenze, contattaci per conoscere le tariffe e le offerte riservate alla tua casa e alla tua azienda e inizia subito a risparmiare.

Pin It on Pinterest