HomeEnergit timeCome risparmiare energia con le stampanti

Come risparmiare energia con le stampanti

da Redazione | 10 Agosto 2019

Il consumo di energia di una stampante può arrivare a 63 kWh, corrispondenti a circa 50 kg di anidride carbonica emessi nell’atmosfera.

Questo strumento, sia in ufficio che in ambito domestico, soprattutto se utilizzato in modo scorretto, ha, infatti, un alto impatto ambientale e incide notevolmente sui nostri consumi e di conseguenza sul budget familiare e aziendale.

Tuttavia, mettendo in atto alcuni accorgimenti e utilizzando la stampante nel modo corretto è possibile ridurre notevolmente gli sprechi di energia.

Ecco alcuni consigli pratici da mettere subito in pratica per iniziare a risparmiare con le stampanti.

Come risparmiare energia con le stampanti: 4 consigli pratici

Per ridurre il consumo di energia dovuto ad un uso improprio della stampante è sufficiente utilizzarla soltanto quando è veramente indispensabile ottimizzandone l’uso e riducendo gli sprechi.

Ecco come fare in quattro mosse!

Scegliete una stampante a risparmio energetico

Se intendete acquistare una nuova stampante o sostituirne una vecchia optate per un prodotto a risparmio energetico, potrete così ridurre i consumi fino al 95% rispetto alle stampanti classiche.

Tra i migliori prodotti in circolazione, le stampanti a getto di inchiostro di ultima generazione garantiscono prestazioni di qualità sempre maggiore a costi nettamente inferiori rispetto alle stampanti laser, strumenti di qualità ma particolarmente energivori.

Tra le stampanti in commercio opta per prodotti multifunzione, in grado di risparmiare spazio ed energia e di realizzare sia scansioni che fotocopie.

Questi dispositivi, soprattutto se utilizzati in ambito domestico, permettono di ridurre fino al 50% dei consumi elettrici.

Spegni completamente la stampante

Per risparmiare energia con le stampanti ricordati di spegnerle completamente in caso di inutilizzo staccando la spina dalla corrente.

I dispositivi in stand-by sono, infatti, dei veri e propri “vampiri energetici” in quanto continuano a funzionare e ad assorbire elettricità anche se non sono in uso.

Circa il 49% dei consumi di una stampante sono, infatti, da imputare al periodo in cui essa si trova nello stato di stand-by o al tempo in cui il dispositivo è in attesa di eseguire una nuova operazione di stampa.

Per risparmiare elettricità e preservare le cartucce, garantendone una maggiore durata, accendi la stampante soltanto quando intendi effettuare una stampa.

Riduci gli sprechi di carta

Per ridurre il più possibile i consumi di carta e ottimizzare i consumi della stampante scegli sempre un font adeguato alla stampa.

Controlla inoltre con cura il documento da stampare per verificare che sia adeguatamente impaginato e rientri dunque perfettamente nei bordi della pagina.

Per farlo puoi servirti dell’Anteprima di Stampa che ti consentirà, se necessario, di apportare eventuali modifiche prima di procedere.

Per ridurre gli sprechi di carta e risparmiare energia con le stampanti è preferibile scegliere il bianco e nero evitando, se non strettamente necessario, di stampare immagini.

Preferite la modalità di stampa in “Bassa risoluzione” o “Bassa qualità” e scegliete di stampare i documenti in un’unica soluzione e in fronte-retro, preferibilmente su carta riciclata.

Evitando di far surriscaldare la stampante nella stampa a più riprese di diversi documenti potrete limitare gli sprechi e salvaguardare al tempo stesso l’ambiente.

Qualora i documenti fossero in modalità di condivisione, potrete sempre ricorrere alle funzioni di commento presenti nei software per stampare il testo in versioni differenti.

Imposta la modalità di risparmio energetico

La modalità “Eco mode” sugli apparecchi di stampa, detta anche di risparmio energetico, rende possibile ridurre sensibilmente i consumi di energia.

I dispositivi di ultima generazione presentano alcune funzioni avanzate per limitare il dispendio energetico, come la modalità attesa e quella di spegnimento automatico.

È possibile configurare la stampante nella modalità attesa quando il suo stato rimane lo stesso per un periodo di tempo superiore a quello indicato.

La funzione di spegnimento automatico consente di disattivare il funzionamento della stampante secondo necessità, riducendo così i consumi.

Il risparmio energetico e il rispetto dell’ambiente sono due capisaldi della missione di Energit.

Il risparmio non è solo riduzione dei prezzi, ma anche la riduzione dei consumi superflui, senza rinunce e con migliori vantaggi.

Energit offre diverse soluzioni tecnologiche per il risparmio energetico in grado di soddisfare tutte le esigenze dei suoi clienti, dai piccoli domestici a alle grandi aziende.

Contattaci per conoscere le nostre migliori offerte e inizia subito a risparmiare.

Pin It on Pinterest