HomeEnergit timeFotovoltaico e pompa di calore: quanto convengono

Fotovoltaico e pompa di calore: quanto convengono

da Redazione | 10 Febbraio 2020

La spesa per il riscaldamento copre il 75% dei costi in bolletta che incidono sul bilancio familiare, soprattutto se per ottenere il necessario comfort abitativo si utilizzano i generatori tradizionali che consumano elevate quantità di energia elettrica.

Proprio per questo motivo negli ultimi anni sempre più famiglie sfruttano soluzioni alternative a risparmio energetico per riscaldare l’ambiente e ridurre i costi energetici in bolletta, tra queste la pompa di calore e il fotovoltaico.

Queste due tecnologie, oltre a migliorare l’efficienza energetica dell’edificio sfruttando il calore dell’ambiente e l’energia solare, assicurano un basso impatto ambientale producendo energia in maniera sostenibile e pulita.

La pompa di calore, in particolare, contribuisce a ridurre le emissioni inquinanti in quanto non necessita di serbatoi né canne fumarie per generare calore, ma richiede elettricità per rendere confortevole l’ambiente.

Per limitare la spesa relativa al consumo elettrico della pompa di calore una soluzione ottimale può essere l’integrazione con il fotovoltaico, massimizzando così il beneficio economico ad essa collegato.

Prima di analizzare nel dettaglio se la combinazione di fotovoltaico e pompa di calore conviene, vediamo quali sono le caratteristiche e i vantaggi dell’uno e dell’altro.

Pompa di calore e fotovoltaico: cosa sono e come funzionano

La pompa di calore è un apparecchio in grado di produrre calore nella stagione fredda e, invertendo il suo meccanismo di funzionamento, genera al tempo stesso refrigerio nel periodo estivo, climatizzando e deumidificando l’ambiente.

Il risparmio energetico che si ottiene con la pompa di calore sulla spesa per il riscaldamento è pari al 60%, in quanto questo sistema ecologico permette di consumare meno energia di quanto ne restituisca sfruttando fonti di energia rinnovabile come l’aria per offrire il massimo comfort abitativo.

Utilizzata per il riscaldamento elettrico e la produzione di acqua calda sanitaria, questo apparecchio è dunque la soluzione ideale per ottimizzare i costi, soprattutto se integrata con il fotovoltaico, combinazione che consente di ottenere benefici economici grazie alle agevolazioni fiscali, pari al 65% delle spese sostenute.

Il fotovoltaico non è altro che un sistema utilizzato per produrre elettricità sfruttando l’energia solare nell’intento di aumentare l’autoconsumo di corrente elettrica e ridurre i costi in bolletta.

In base al budget e alle reali esigenze del nucleo familiare è possibile optare per un fotovoltaico standard, un impianto classico in grado di produrre energia nelle ore diurne che permette di generare un autoconsumo medio pari al 35% o scegliere un sistema con accumulo.

Questa tipologia di impianto massimizza l’autoconsumo sfruttando un sistema a batterie che hanno la funzione di accumulare l’energia che non viene consumata nelle ore diurne per renderla disponibile nelle ore notturne.

La scelta di installare un fotovoltaico è legata alla necessità di auto produrre l’energia per il fabbisogno domestico riducendo i costi in bolletta e sfruttando gli incentivi statali che fino a qualche anno fa erano previsti per l’immissione in rete dell’energia in eccesso.

In realtà con la sospensione delle detrazioni sulla produzione di energia, a partire dal 2013, è possibile sfruttare il sistema dello scambio sul posto per ottenere una remunerazione sull’energia elettrica prodotta in eccesso e scambiata con la rete.

La soluzione ottimale per un buon risparmio rimane comunque l’integrazione del fotovoltaico con la pompa di calore, così da coprire quasi totalmente, e a basso costo, il fabbisogno elettrico sia d’estate che d’inverno.

Passiamo quindi ad analizzare come integrare i due sistemi e perché conviene abbinare fotovoltaico e pompa di calore.

Fotovoltaico e pompa di calore: perché abbinarli

La soluzione più semplice tra i sistemi integrati di autoproduzione di energia è quella che combina i vantaggi della pompa di calore con quelli del sistema fotovoltaico.

In questo sistema il compressore della pompa di calore è alimentato dall’energia elettrica auto prodotta con l’impianto fotovoltaico producendo il vantaggio di ottenere un incremento della quota di energia proveniente da fonte solare.

Fotovoltaico con pompa di calore: i vantaggi

Abbinare fotovoltaico con pompa permette di ottenere innumerevoli vantaggi, ecco quali sono:

Riduzione dell’inquinamento

L’integrazione del fotovoltaico con la pompa di calore permette di ridurre notevolmente l’impatto ambientale dei consumi e dunque l’inquinamento.

Le pompe di calore utilizzano, infatti, fonti naturali, ad esempio l’aria, per la produzione di energia al fine di riscaldare o raffreddare gli ambienti, mentre la combinazione con il fotovoltaico in un sistema ibrido permette di alternare i generatori interni in base alla temperatura esterna, ottimizzando quindi i consumi e lavorando in modo adeguato per un buon efficientamento energetico.

Installando un sistema fotovoltaico con pompa di calore elettrica si evita, inoltre, di utilizzare i combustibili fossili, una scelta di cui beneficeranno i consumi ma anche l’ambiente.

Fotovoltaico e pompa di calore, se integrati, rappresentano dunque un passo concreto e significativo verso una maggiore sostenibilità dei consumi ed un mondo più pulito.

Risparmio economico

Installare fotovoltaico e pompa di calore in un sistema integrato assicura un notevole risparmio economico grazie ad una riduzione dei costi in bolletta.

Questa soluzione, nata e diffusa per fronteggiare in particolare l’aumento dei costi energetici e ridurre la dipendenza da combustibili fossili per la produzione di energia, assicura il soddisfacimento del fabbisogno energetico delle abitazioni residenziali private in modo pulito ed ecosostenibile ma soprattutto a basso costo.

Il fotovoltaico e la pompa di calore assicurano, se integrati, un risparmio immediato sulle bollette e permettono di ottenere un guadagno grazie alle detrazioni fiscali per la riqualificazione energetica, con cui è possibile recuperare buona parte delle spese per l’acquisto dei due impianti.

Tra gli incentivi è possibile usufruire anche del conto termico, un aiuto economico rivolto a chi si impegna nella sostituzione di vecchi impianti con sistemi ad elevata efficienza energetica, variabile in rapporto al modello dell’impianto e del luogo in cui viene installato.

Anche lo scambio sul posto, a cui si è già fatto riferimento nei paragrafi precedenti, si inserisce a pieno titolo tra i vantaggi economici connessi all’installazione di un sistema ibrido composto da pompa di calore e fotovoltaico.

In questa tipologia di impianto, infatti, la corrente elettrica prodotta dai pannelli solari è destinata principalmente all’autoconsumo al fine di soddisfare nell’immediato il fabbisogno energetico abitativo, in un secondo momento è impiegata per ricaricare le batterie di accumulo, dove presenti.

L’energia eccedente, invece, è distribuita alla rete elettrica nazionale a cui il sistema è collegato, per la quale l’utente riceve un rimborso dal Gestore dei Servizi Energetici (GSE).

Bassa manutenzione

Anche una manutenzione minima incide positivamente sui costi legati alla produzione di energia ottenuta con il sistema ibrido che unisce fotovoltaico e pompa di calore.

Questi due sistemi richiedono, infatti, pochissimi interventi a causa dell’assenza di parti meccaniche in movimento, di serbatoi di carburante o canne fumarie.

Per una buona efficienza dell’impianto è sufficiente un controllo periodico da parte di un tecnico abilitato, da effettuare almeno ogni due anni al fine di misurare temperatura e pressione del sistema.

L’impianto fotovoltaico richiede esclusivamente una buona pulizia almeno annuale o al massimo due volte all’anno.

Sostenibilità dei consumi e soluzioni di risparmio a basso impatto ambientale rappresentano i capisaldi su cui si basa la nostra mission aziendale.

Energit fornisce energia elettrica e gas naturale sul mercato libero a privati e aziende, offrendo un risparmio dato da prezzi vantaggiosi e soluzioni di risparmio energetico.

Risparmio non è solo riduzione dei prezzi della fornitura, ma anche riduzione dei consumi: scopri i consigli e le soluzioni che Energit ha studiato per ridurre i costi della tua bolletta!

Contattaci per conoscere le offerte di energia elettrica che Energit ha selezionato per la tua casa e la tua impresa, scopri subito la convenienza e la trasparenza di Energit.

Pin It on Pinterest