HomeEnergit timeRisparmio energetico: detrazioni per pannelli fotovoltaici

Risparmio energetico: detrazioni per pannelli fotovoltaici

da Redazione | 12 Ottobre 2019

Pannelli fotovoltaici e risparmio energetico

L’installazione dei pannelli fotovoltaici è oggi una scelta sempre più diffusa che esprime una maggiore consapevolezza dei consumi ed un occhio di riguardo per la sostenibilità ambientale.

Gli impianti domestici sembrano essere in crescita del 12%, coprendo il 50% della nuova potenza installata, a dimostrazione della sempre maggiore importanza attribuita al fotovoltaico tra le fonti di energia rinnovabile per la produzione di energia elettrica.

Lo sfruttamento dell’energia solare può avvenire anche con sistemi di accumulo, impianti che si distinguono dal classico fotovoltaico per la loro capacità di accumulare energia solare durante il giorno da sfruttare anche nelle ore notturne.

Grazie ai pannelli fotovoltaici classici e ai sistemi di accumulo è possibile ottenere un buon risparmio energetico con una considerevole riduzione dei consumi ed un maggiore comfort abitativo.

Installare il fotovoltaico permette inoltre di ottenere le agevolazioni fiscali per il risparmio energetico, ossia una riduzione dell’IVA (dal 22% al 10%) e detrazioni d’imposta sull’imponibile Irpef pari al 50%, con rimborso annuale in 10 anni.

Vediamo nel dettaglio quali sono le principali novità introdotte dalla nuova Legge di Stabilità nel 2019 e come usufruirne.

Risparmio energetico: detrazioni 2019 per pannelli fotovoltaici

Con la nuova Legge di Stabilità 2019 sono state confermate e prorogate fino al 31 Dicembre le detrazioni IRPEF del 50% per la posa in opera e installazione di impianti fotovoltaici classici e con sistemi di accumulo.

A partire da Luglio 2019, infatti, sono state introdotte importanti novità per coloro che acquisteranno e installeranno pannelli fotovoltaici, in particolare la possibilità di usufruire di uno sconto immediato pari al 50%.

Il nuovo decreto, dunque, offre il vantaggio di poter utilizzare immediatamente la detrazione Irpef sui lavori finalizzati al risparmio energetico, per quanto questi fossero già agevolabili con l’Ecobonus ma con recupero delle spese sostenute nell’arco di dieci anni.

A differenza degli altri interventi di riqualificazione energetica, l’installazione dei pannelli fotovoltaici rientra nella detrazione al 50% su un limite massimo di spesa sostenuta di 96.000 euro in quanto si inserisce nell’ambito delle ristrutturazioni edilizie.

Infatti tale detrazione, oltre al fotovoltaico, è applicabile anche a interventi di ristrutturazione e recupero edilizio come:

  • Ristrutturazioni di tipo ordinario di abitazioni autonome e condomini;
  • manutenzioni di tipo ordinario (rivestimenti e pavimentazioni, tinteggiatura);
  • manutenzioni di tipo straordinario (coibentazione e isolamento acustico ad esempio);
  • installazione di impianti e dispositivi per la sicurezza (porte blindate ecc.…);
  • lavori di rimozione delle barriere architettoniche.

Le principali novità del decreto riguardano proprio l’estensione del beneficio fiscale agli interventi di riduzione del calore ma soprattutto all’installazione delle schermature solari.

Vediamo ora quali sono i requisiti per usufruirne e come funzionano le detrazioni fiscali per il risparmio energetico secondo le novità introdotte nel 2019.

Detrazioni fiscali pannelli fotovoltaici: come funzionano

Per usufruire delle detrazioni fiscali al 50% sugli interventi realizzati per la messa in opera di pannelli fotovoltaici è indispensabile valutare e dimostrare il risparmio energetico conseguito in seguito ai lavori di ristrutturazione.

Come specifica l’Agenzia delle Entrate, infatti, per usufruire delle detrazioni fiscali al 50% dovranno essere realizzati interventi finalizzati alla cablatura di edifici, alla riduzione dell’inquinamento acustico, alla messa in opera di misure di sicurezza e antisismiche e al conseguimento del risparmio energetico.

Ciò dimostra che, sebbene, gli interventi di messa in opera dei pannelli fotovoltaici si inseriscano a pieno titolo nel quadro dei lavori finalizzati al risparmio energetico, è anche vero che si collocano tra quelli meglio classificati come ristrutturazioni e dunque ad essi equiparati.

Nel caso specifico del fotovoltaico, per ottenere la detrazione al 50% sulle spese sostenute è indispensabile che l’impianto sia utilizzato per l’approvvigionamento energetico della abitazione privata nel quale viene installato, alimentandone i sistemi di illuminazione e gli elettrodomestici o gli apparecchi elettrici.

Gli impianti installati con sistema di accumulo, dovranno, nello stesso modo di quelli classici, essere installati esclusivamente per l’autoconsumo domestico.

Detrazioni fiscali pannelli fotovoltaici: a chi sono rivolte

Le detrazioni fiscali al 50% sono rivolte a persone fisiche contribuenti Irpef, compresi condomini e liberi professionisti o soci di cooperative, purché dotati di capienza di reddito ossia di reddito sufficiente per l’ammortamento fiscale.

Sono invece esclusi dal beneficio fiscale al 50% sugli interventi di installazione di pannelli fotovoltaici le persone giuridiche ossia aziende e titolari di attività commerciali.

Questo è dovuto al fatto che gli interventi di installazione degli impianti fotovoltaici devono riguardare essenzialmente contesti di tipo domestico e dunque essere di tipo residenziale.

Enti pubblici e aziende possono invece usufruire della detrazione al 65% su altri interventi finalizzati al risparmio ed alla riqualificazione energetica, come:

  • installazione di pannelli solari termici;
  • installazione di caldaie a condensazione:
  • interventi di coibentazione e isolamento termico dell’edificio;
  • installazione di pompe di calore
  • sostituzione di vecchi impianti di riscaldamento.

In questo caso è necessario disporre di una specifica documentazione, che comprende:

  • certificazione dei requisiti tecnici dell’edificio o asseverazione, che dovrà essere predisposta e rilasciata esclusivamente da un tecnico abilitato o, in alternativa, dal direttore dei lavori
  • attestazione energetica che dimostri un incremento dell’efficienza dell’edificio in termini energetici in seguito allo svolgimento dei lavori.

Il risparmio non è solo riduzione dei prezzi, ma anche la riduzione dei consumi superflui, senza rinunce e con migliori vantaggi.

Energit offre diverse soluzioni tecnologiche per il per il risparmio energetico in grado di soddisfare tutte le esigenze dei sui clienti, dai piccoli domestici a alle grandi aziende.

Per Energit il risparmio è una vera e propria cultura: il consumo consapevole è da sempre la filosofia di Energit per abbattere ulteriormente i costi della bolletta.

Unisciti a noi per un risparmio immediato garantito dalle nostre tariffe!

Pin It on Pinterest