Home  >  Energit time  >  La manutenzione dei pannelli fotovoltaici

La manutenzione dei pannelli fotovoltaici

da Redazione | 15 Marzo 2021

Se hai intenzione di installare un impianto fotovoltaico non solo risparmierai sulla bolletta, ma contribuirai anche a ridurre l’inquinamento ambientale. I pannelli fotovoltaici sono strumenti in grado di generare energia pulita da una fonte naturale: il sole. In questo modo viene prodotta l’energia necessaria per riscaldare l’acqua delle abitazioni. Tanto più sole riceve un pannello fotovoltaico e tanta più elettricità è in grado di produrre. Vediamo nel dettaglio come scegliere quello giusto, quali sono i vantaggi, quanto costa e quali sono gli interventi di manutenzione di cui necessitano gli impianti solari.

Come scegliere l’impianto solare

Il funzionamento dell’impianto fotovoltaico avviene grazie all’attività di più celle fotovoltaiche di silicio puro, un materiale presente in natura. Sono proprio le celle fotovoltaiche ad innescare la reazione fisica capace di creare un campo elettrico in corrente continua.Per scegliere il giusto impianto e quindi la capacità produttiva ottimale, bisogna considerare i consumi di ciascuna famiglia. In genere, una famiglia tende a consumare circa 3mila kwh all’anno. Le dimensioni del pannello fotovoltaico variano a seconda dei modelli, delle marche, della tipologia e della potenza. Ciò che conta è installare un impianto che sia proporzionato ai consumi. Abbinare impianto solare termico e pompa di calore è ancora più conveniente perché si ottiene così sempre dell’acqua calda sanitaria in modo efficiente ed ecologico. I costi dei pannelli fotovoltaici variano a seconda di diversi fattori. In ogni caso la scelta dell’azienda che li fornisce e li installa è fondamentale. Per cui ti consiglio di calcolare diversi preventivi e scegliere quello a te più conveniente e l’azienda più affidabile. Più è potente l’impianto solare che si sceglie e più scende il costo per kWH di potenza. Ovviamente, sul prezzo influisce molto la posizione del tetto e le soluzioni tecniche scelte. Questa voce tende a essere quella più importante e variabile di tutto l’investimento. Esistono molte marche, quindi come fare a scegliere la migliore? È consigliato verificare da quanti anni quel marchio è presente sul mercato e l’esistenza di una filiale italiana, in grado di garantire un’assistenza in tempi brevi e la disponibilità di pezzi di ricambio, qualora sia necessario sostituire per guasto o malfunzionamento.Ci sono anche pannelli fotovoltaici più costosi, per chi desidera qualcosa di funzionale ma anche bello esteticamente, decisamente più eleganti rispetto alle classiche soluzioni.

I vantaggi

Gli impianti fotovoltaici sono convenienti sotto vari punti di vista. Oltre ai benefici economici e quindi al risparmio energetico in bolletta, vanno considerati anche quelli derivanti dalle detrazioni fiscali del 50% sul prezzo di acquisto e quelli legati all’aumento di valore del proprio immobile. Acquistare un impianto solare termico può essere inizialmente una grossa spesa, ma è in realtà il migliore investimento che tu possa fare perché i guadagni ci sono. Le spese iniziali si ripagano da sole nel giro di pochi anni. Se vivi in appartamento non è un problema, anzi! Il fotovoltaico, se scelto dal condominio,  riduce le spese comuni per l’energia e in alcuni casi può persino generare un piccolo reddito..

Quanto durano gli impianti solari?

Difficile dare una risposta esatta. Quello che è certo è che gli impianti fotovoltaici si usurano molto lentamente. La durata dipende dal luogo di installazione, ma soprattutto dal suo mantenimento : la pulizia e corretta manutenzione, di cui parleremo nel paragrafo successivo. I produttori di pannelli fotovoltaici garantiscono un minimo di durata pari a 20 anni. Una parte delle celle può però guastarsi prima. Le procedure di smaltimento dei pannelli solari sono per nulla complicate e sono totalmente gratuite. Ci sono diverse associazioni che ritirano gratuitamente e successivamente riciclano i pannelli.

Corretta manutenzione dell’impianto: 5 regole base

Siamo giunti alla questione che più preoccupa chi sta pensando di acquistare un impianto solare termico. Qualsiasi tipologia, modello, marca di impianti fotovoltaici necessita di frequenti interventi di manutenzione per garantire il corretto funzionamento dell’intera struttura ed evitare che si verifichino degli spiacevoli inconvenienti che possono portare anche all’incendio. Le 5 regole base per la manutenzione dell’impianto fotovoltaico sono:

1. Monitorare il corretto funzionamento dei pannelli fotovoltaici.

2. Eseguire una manutenzione ordinaria con la pulizia.

3. Verificare la presenza di eventuali danni sulla superficie dei moduli fotovoltaici.

4. Richiedere una consulenza tecnica almeno una volta l’anno.

5. Controllare i certificati di garanzia dell’impianto.

La pulizia dei pannelli fotovoltaici

Gli interventi di manutenzione consistono nella pulizia del pannello dalla polvere o da qualsiasi agente che ricopra il modulo solare e quindi non consente un ottimale assorbimento delle radiazioni solari. È consigliato effettuare una pulizia ordinaria, generalmente stagionale, attraverso la detersione ed eliminazione della sporcizia accumulata nel modulo fotovoltaico. Per farlo basta utilizzare dell’acqua corrente e una spugnetta non abrasiva. Si ottengono degli ottimi risultati anche con la spugna che si utilizza per lavare i piatti, o una spugna di mare che spesso si utilizza per la carrozzeria dell’auto. Se lo sporco è persistente, l’ideale è scegliere un detergente antistatico. È raccomandato di non lasciare aloni dopo la pulizia, in quanto anche essi limitano leggermente l’assorbimento delle radiazioni solari.

Gli interventi di manutenzione ordinaria di un impianto fotovoltaico consistono nel:

• controllo degli inverter tramite i led indicatori;

• controllo delle connessioni degli interruttori, dei cavi, dei sistemi di monitoraggio remoto, dei fusibili e dei caricabatterie;

Qualsiasi intervento di manutenzione straordinaria su ogni tipologia di impianto fotovoltaico è bene sia effettuato da personale qualificato, che conosca i processi elettrici dell’intero sistema e le misure di sicurezza necessarie per avviare i lavori.

Pin It on Pinterest