Come scegliere un mini pc basso consumo

come scegliere mini pc basso consumo

da Redazione | 07 Gennaio 2022

Storicamente l’uomo ha creato degli strumenti che lo aiutassero ad elaborare dei dati e a fare in breve tempo dei calcoli complicati, vere e proprie macchine che attraverso degli input iniziali erano in grado di fornire delle risposte esatte; in passato questi strumenti erano utilizzati soprattutto nel campo dell’astronomia, della matematica e della marineria, si pensi ad esempio all’astrolabio, un antenato dell’odierno GPS che serviva a calcolare la posizione esatta del Sole e delle stelle in base all’ora del giorno, al momento dell’anno e a una data latitudine.

Dopo vari esperimenti, tentativi e miglioramenti, solo verso la fine degli anni ’70 del Novecento iniziano ad essere messi in circolazione i primi personal computer dotati di schermo e tastiera, dalle dimensioni decisamente più ingombranti rispetto ai pc che siamo abituati ad utilizzare oggi, come i mini pc basso consumo che sono talmente piccoli da poter essere messi in una piccola borsa.

Anche Energit da ormai oltre venti anni ha sempre avuto un grande interesse per le nuove tecnologie per stare al passo con i tempi e per fornire ai propri clienti le soluzioni efficienti per il risparmio energetico.

A cosa serve un mini pc basso consumo?

Il computer ormai è uno strumento indispensabile per svolgere qualsiasi tipo di lavoro: scrivere un testo, fare delle ricerche in rete, ascoltare musica, fare dei calcoli e mille altre cose. Se in passato il computer occupava gran parte dello spazio di una scrivania, con il tempo si è cercata una soluzione anche a questo problema fino ad arrivare ai più recenti mini pc basso consumo. Ma che cos’è un mini computer e quali vantaggi offre?

Il mini pc è un computer desktop dalle dimensioni ridotte e a prima vista può sembrare una semplice scatoletta, ma con l’aggiunta di un sistema operativo, di solito Windows, e diverse porte che permettono il collegamento con mouse, impianti audio, monitor e altre periferiche che possono servire all’utente. Per questo motivo il mini pc può essere impiegato per svolgere diverse attività come:

  • media center, cioè per trasformare la televisione del salotto o della vostra camera in una smart tv e per poter vedere film in streaming, ascoltare musica e guardare le foto della vostra ultima vacanza. Per semplificare queste operazioni anziché utilizzare il telecomando abbinato alla tv dovreste collegare anche una tastiera e un mouse Bluetooth;
  • file server, quindi per poter salvare dei file e renderli condivisibili e accessibili alla rete domestica permettendo così la lettura e la modifica di quei file e la creazione di nuovi;
  • web server, perciò per ospitare un piccolo sito web personale con pochi visitatori per non dover ricorrere a un hosting.

Le dimensioni ridotte consentono un minor consumo energetico, si pensi che un normale computer desktop è in grado di consumare 100 watt di potenza contro le 8 watt dei miglior mini pc; la maggior parte di questi strumenti sono fanless, quindi, non hanno delle ventole che faciliterebbero la dispersione del calore prodotto dai processori e dalle schede video. Dato che un corpo così piccolo non può essere dotato di sistemi di dissipazione i mini pc hanno hardware molto efficienti che minimizzano i consumi energetici; si capisce perciò che molti mini pc presenti nel mercato non avendo una scheda grafica accelerata non sono idonei al gaming, eccezion fatta per quei videogiochi che non hanno un’alta risoluzione.

Il processore

Come i computer desktop e i computer portatili, anche il mini pc per funzionare ha bisogno di un processore.

Il processore è la CPU, ovvero la Central Processing Unit ed è un calcolatore che elabora i dati del pc; i core sono i diversi elementi che lo compongono e maggiore è il loro numero, migliore sarà la prestazione del pc perché il processore riesce a elaborare velocemente i dati.

Il mini pc processore Intel è il più diffuso e può cambiare il modello in base alla fascia di prezzo dell’apparecchio: i mini pc più economici in genere hanno processori Intel Atom, Intel Celeron oppure Intel Pentium, mentre quelli più onerosi hanno anche processori migliori ovvero Intel Core con le versioni Intel Core i3, Intel Core i5 e Intel Core i7.

Il pc processore Intel Atom è quello più datato per questo motivo ha un prezzo più basso rispetto ad altre versioni, inoltre è stato creato per i telefonini che devono avere un avvio rapido e devono essere in grado di far visualizzare anche video in 4K Ultra HD in streaming.

Alcuni modelli di mini pc basso consumo usano anche processori AMD e anche per questi ci sono versioni economiche come quelle della Serie A, oppure versioni più care come i processori AMD Ryzen.

In ogni caso per capire quale sia il miglior mini pc in base al suo processore bisogna fare un confronto tra diversi modelli valutando le indicazioni del produttore circa il numero di core, la sua frequenza operativa e fare anche attenzione alle versioni meno recenti perché in certi casi potrebbero essere più efficienti rispetto alle novità.

Spazio di archiviazione

Che si tratti di un computer desktop, di un personal computer oppure di un mini pc, ognuno di essi necessita di una memoria per poter far funzionare le applicazioni installate e per poter salvare dati di ogni genere.

La RAM, Random Access Memory, è una memoria di breve durata e permette di caricare i dati durante l’utilizzo di un’applicazione e una volta spento il computer oppure chiusa l’applicazione, quei dati e le eventuali modifiche alla quale sono stati sottoposti, se non sono stati salvati in maniera appropriata vengono persi.

Una RAM capiente consente di lavorare nello stesso momento su diverse informazioni e quindi di tenere aperte più applicazioni senza far rallentare il funzionamento del computer.

La memoria di archiviazione invece permette un salvataggio permanente dei dati ed è anche lo storage in cui sono installate le applicazioni e lo stesso sistema operativo.

Esistono diverse memorie di archiviazione che hanno dimensioni di appena 2,5 pollici, un peso e dei consumi energetici ridotti come:

  • l’Hard disk o disco rigido è presente in ogni tipo di computer e in alcuni di essi sono presenti più di un disco in modo da offrire maggiore spazio di archiviazione, che in genere è espresso in gigabyte (GB);
  • la SSD ovvero Solid State Disk sono dei chip simili a quelli della RAM, ma a differenza di quest’ultima salva automaticamente i dati una volta arrestato il sistema;
  • la eMMC cioè embedded Multimedia Card sono delle memorie proprie dei mini pc e hanno caratteristiche sia dell’Hard Disk che delle SSD.

Come si può dedurre ogni tipo di memoria ha più o meno capacità di archiviazione che determina il costo finale dell’apparecchio e in base a questa caratteristica alcune di esse rendono il mini pc più adatto all’utilizzo che se ne deve fare.

Come abbiamo detto in precedenza il mini pc può essere destinato essenzialmente a tre funzioni: media center, file server e web server.

Se siete in cerca di un mini pc da utilizzare come media center le componenti essenziali a cui dovete prestare particolare attenzione oltre al processore sono la RAM e la scheda grafica. Per quanto riguarda l’archiviazione accertatevi di avere almeno 4 GB di RAM, mentre nella maggior parte dei mini pc di solito è già installata una scheda grafica seppur di limitate prestazioni, che comunque deve permettere di visualizzare video a 1080 e 60 fps e in alcuni casi anche in 4K.

Per i mini pc da utilizzare come file server invece l’elemento più importante è il disco rigido oppure una SSD che dovrà avere molto spazio di archiviazione per permettervi di salvare numerosi file. In questo caso perciò 1 o 2 GB di RAM andranno bene, come andrà bene anche un processore di vecchia data.

Infine, se volete utilizzare il mini pc come web server allora fate un’attenta valutazione della CPU e della RAM. In questo caso, perciò, è meglio fare un investimento maggiore per avere una CPU più recente e dalle prestazioni migliori e una RAM di almeno 8 GB.

Porte e connettività

Arrivati a questo punto dovreste aver capito che il mini pc a basso consumo sostituisce solamente il classico computer desktop e che per svolgere il vostro lavoro avrete bisogno di collegare almeno un monitor e una tastiera; per questo motivo dovrete assicurarvi che il mini pc che volete scegliere per l’acquisto abbia sufficienti uscite output per permettervi di collegare al pc tutte le periferiche di cui avete bisogno.

Un buon mini pc deve avere almeno due porte USB standard di diverse generazioni: in particolare con una porta USB 2.0 potrete trasferire al vostro sistema massimo 480 Mbit/s, invece con le porte USB 3.0 sarete in grado di trasferire dai 5 ai 10 Gbit/s in base alla versione che avrete a disposizione.

Altri tipi di porte USB sono quelle Type-A ovvero quelle più comuni, oppure le Type-C che hanno dimensioni più piccole e possono servire anche per il collegamento di uno schermo. Un altro sistema per collegare uno o più monitor al mini pc basso consumo in base ovviamente alla quantità di porte presenti sul case e alla compatibilità della scheda video è quello di sfruttare le porte HDMI o Display Port.

Altre porte che spesso sono presenti e che possono rilevarsi utili sono quelle per le card reader, cioè il lettore delle schede di memoria usate per telefonini come le microSD, oppure per le fotocamere e le videocamere come le schede SD.

Per collegare il mini pc a internet via cavo deve essere presente anche una porta Ethernet che in base al tipo possono essere in grado di trasferire dai 100 ai 1000Mbit/s; in alternativa se si vuole evitare l’utilizzo di fili si può optare per la connessione wireless e la più diffusa è il Wi-Fi e anche in questo caso, in base alla versione cambia l’efficienza del trasferimento dati.

Per connettere il sistema ad altre periferiche senza fili come mouse, tastiere, stampanti o cuffie si utilizza il Bluetooth e anche in questo caso esistono diverse versioni come il Bluetooth 4.2 e il Bluetooth 5.0 che si distinguono per l’efficienza di trasmissione, il consumo energetico, la distanza massima di trasmissione e la quantità di informazioni trasmesse.

Sistema operativo

In molti casi i mini pc basso consumo sono venduti senza un sistema operativo preinstallato e quindi sarà l’utente a dover provvedere con l’installazione del software scelto.

Il sistema operativo ha un ruolo fondamentale per il funzionamento di ogni tipo di computer, da quello portatile a quello fisso al mini pc, perché è il software con cui si riesce a gestire tutta la componente hardware attraverso l’installazione di altri programmi chiamati driver, che servono a mettere in contatto tutte le applicazioni con le varie componenti che si sceglie di installare nel pc.

La scelta dell’utente può ricadere sui tre sistemi operativi più comuni:

  • Windows 10 appartiene alla Microsoft, è quello più utilizzato e per questo motivo esistono innumerevoli applicazioni compatibili a pagamento e gratuite e renderà l’uso del mini pc molto più semplice;
  • Linux spesso viene installato nei mini pc che appartengono alla fascia di prezzo più bassa, è un sistema operativo molto potente, ma esistono diverse versioni con caratteristiche e funzionalità proprie, il che lo rendono abbastanza difficile da utilizzare e per essere sfruttato al meglio è necessario avere molta esperienza;
  • macOS è il sistema operativo di casa Apple e può essere installato esclusivamente su apparecchi Mac, per questo motivo può essere abbinato ad applicazioni Apple scaricabili soprattutto dallo Store ufficiale. Visto che si tratta di un sistema chiuso si consiglia in particolar modo a chi ha più di un apparecchio Apple in modo da facilitare anche la trasmissione di informazioni tra di essi.

Quale mini pc basso consumo comprare

Come abbiamo detto esistono diversi mini pc basso consumo che in base alle loro componenti e le loro funzionalità appartengono a fasce di prezzo differenti che possono andare dai 200 euro per i più economici, fino a mille euro per i più costosi.

Seppur economici i mini pc sono comunque apparecchi affidabili, poiché possono essere provvisti del processore Intel Atom x5-Z8350 Quad Core, di 4GB di RAM e 64 GB di spazio di archiviazione espandibili fino a 512 GB attraverso l’utilizzo delle apposite schede viste in precedenza, possono collegarsi a internet con connessione wireless oppure via Ethernet lasciando lo spazio anche per le porte HDMI, il tutto con un consumo energetico ridotto al minimo e la massima silenziosità dato che spesso questi mini pc sono privi di ventole per il raffreddamento del sistema.

Se invece siete disposti a pagare delle cifre più alte allora potete valutare la qualità dei mini pc basso consumo di fascia di prezzo alta: di solito questi mini pc hanno un processore Intel Core i5-8250U oppure Intel Core i3-8130U. Nel primo caso si avranno a disposizione 8 GB di RAM e 512 GB con una SSD, mentre nel secondo caso si hanno sempre 8 GB di RAM e uno spazio di archiviazione da 128 GB.

Mini pc per prestazioni più o meno avanzate per un utilizzo professionale, dal prezzo variabile e dai consumi e le dimensioni ridotte: la scelta non è facile, ma un’attenta valutazione di tutte queste caratteristiche vi aiuterà a prendere una decisione e scegliere con sicurezza il mini pc che più soddisfa i vostri bisogni.

Pin It on Pinterest