HomeEnergit timeConviene ancora comprare un’auto diesel oggi?

Conviene ancora comprare un’auto diesel oggi?

da Redazione | 10 Febbraio 2020

Il diesel è oggi il sistema più efficiente di alimentazione delle auto ma la sua era rischia di concludersi nell’arco di pochi anni.

La disputa che rende incerto il futuro del diesel fa capo da una parte alle giunte comunali dei principali paesi europei, che vorrebbero decretarne la fine a causa delle emissioni inquinanti, dall’altra a costruttori e automobilisti che invece ne riconoscono potenzialità e vantaggi.

In realtà sulla possibile fine del diesel sembra poter incidere il concatenarsi di eventi che hanno coinvolto di recente le più importanti aziende automobilistiche nello scandalo definito Dieselgate riguardanti le emissioni truccate.

La fine dell’era del diesel: il Dieselgate

Emettendo sostanze inquinanti e fumi tossici fino a sette volte i limiti stabiliti dall’Unione Europea, le auto prodotte dalle principali case automobilistiche avrebbero spinto i legislatori europei a ritenere questo tipo di motorizzazione altamente dannosa per l’ambiente.

Di conseguenza Parigi e altre capitali europee si sarebbero impegnate per l’abolizione del diesel a partire dal 2020 mentre in molte città italiane si è optato per il blocco della circolazione di questa tipologia di auto dal 2025 in poi.

La limitazione nel traffico di questo tipo di vetture, in Italia, riguarda soprattutto le aree urbane e i centri con i tassi di inquinamento più elevati, mentre sembra non interessare le piccole città e il centro-sud.

Oltre a pianificare la scomparsa graduale di questa tipologia di auto a combustione interna, come è accaduto a Roma, città come Milano hanno introdotto una vera e propria zona di circolazione, denominata Area B, al fine di eliminare entro il 2030 anche le vetture a gasolio più efficienti ossia quelle di categoria Euro 6D.

Sebbene in Italia nel 2018 il gasolio abbia coperto un buon 77% della domanda totale di carburante contro il 23% della benzina, le vendite dei veicoli diesel sembrano crollare repentinamente.

I dati statistici relativi al 2018 evidenziano, infatti, un calo del 17% sugli acquisti di auto diesel rispetto al 2017, a dimostrazione dello scetticismo sempre più diffuso da parte degli automobilisti nell’acquistare le auto diesel.

A fronte di queste considerazioni conviene ancora comprare un’auto diesel oggi?

Per rispondere a questa domanda analizziamo le differenze tra auto diesel e benzina e prendiamo in considerazione tutti gli elementi da valutare prima di acquistare una vettura a gasolio, dalla destinazione d’uso, al chilometraggio da percorrere fino ai costi da sostenere.

Comprare un auto diesel o benzina: quale conviene?

Il lancio sul mercato di modelli di auto più efficienti e meno inquinanti potrebbe essere una motivazione sufficiente per indurre sempre più automobilisti a rinunciare al gasolio per puntare su soluzioni ibride o sull’elettrico.

In realtà i veri antagonisti delle auto diesel oggi sono ancora i motori a benzina, considerati di fatto più potenti ed economicamente più convenienti.

Tuttavia oggi conviene ancora comprare un auto diesel per la praticità e la facilità che questi veicoli sono in grado di offrire nella guida, avvalendosi di propulsori che funzionano in un regime compreso tra i 600 e i 4.500 giri mentre i motori a benzina lavorano tra gli 800 e i 6.200.

Sebbene, come si può notare, la potenza dei motori diesel risulti minore, la possibilità di utilizzarla anche a marce alte offre una guida più agevole e semplificata, che rende queste vetture la scelta ideale per il comfort quotidiano.

Facilità e praticità si uniscono a bassi costi di manutenzione ed esigui consumi per rendere la vettura a gasolio perfetta per lunghe percorrenze.

Diesel e benzina nel 2019: quale scegliere?

Nel 2019 le differenze in termini di tecnologia e convenienza tra auto a gasolio e a benzina sembrano essersi ridotte sensibilmente a tal punto che ci si chiede sempre più se conviene ancora comprare un auto diesel.

Oggi è possibile, infatti, poter contare sull’efficienza di motori diesel di minore grandezza per percorrere brevi tratti, ma dall’altra è anche possibile acquistare veicoli a benzina dotati di motori di grande potenza, ideali per lunghi tratti e tecnologicamente molto efficienti.

Quindi meglio diesel o benzina?

La risposta non può essere univoca ma richiede un’attenta valutazione di alcuni fattori e l’analisi dei principali vantaggi a seconda delle esigenze individuali.

Conviene il diesel a chi cerca un auto in grado di assicurare costi di rifornimento più bassi e minori consumi, sebbene con l’avvento di nuove motorizzazioni a benzina, come i propulsori a iniezione diretta, la scelta non appaia più così ovvia.

Comprare un auto diesel oggi sicuramente è conveniente per chi percorre molti chilometri, sebbene in termini di costi di gestione e a parità di cilindrata i nuovi propulsori sul mercato offrono innumerevoli vantaggi, oltre al fatto che assicurano un indiscusso vantaggio da un punto di vista ambientale aiutando a ridurre le emissioni nocive.

A questo proposito, fortunatamente, anche i motori diesel Euro 6 negli ultimi anni hanno sperimentato nuove tecnologie innovative e speciali filtri in grado di limitare la diffusione di sostanze inquinanti e ridurre l’inquinamento acustico.

Oggi un auto diesel conviene ancora a chi vive in piccoli centri urbani, dove sarà ancora possibile sfruttarne i vantaggi per parecchio tempo, si parla di quindici o venti anni probabilmente.

Ancora sembra essere dunque speranza per il diesel che probabilmente sta semplicemente affrontando un periodo di transizione in attesa di nuove soluzioni più concorrenziali e meno nocive per l’ambiente.

Sostenibilità ambientale e consumi consapevoli sono anche i capisaldi della nostra mission.

Producendo energia 100% GREEN puntiamo sulla qualità dell’impatto ecologico: ci impegniamo nella tutela dell’ambiente sostenendo la produzione di energia da fonti rinnovabili, vogliamo contribuire ad una rivoluzione energetica oggi indispensabile per vivere in un mondo più pulito e meno inquinato dai gas tossici in atmosfera.

Con Energit risparmi e contribuisci a rendere migliore il mondo che ti circonda: le nostre tariffe sono davvero vantaggiose per le famiglie e le aziende che vogliono abbattere i costi della bolletta della luce rispettando l’ambiente.

Un’esigenza importante per molti, che Energit risolve con offerte davvero competitive.

Per Energit il risparmio è una vera e propria cultura: non solo riduzione dei prezzi ma anche la riduzione dei consumi e l’impegno per l’ambiente.

Il consumo consapevole è da sempre la filosofia di Energit per abbattere ulteriormente i costi della bolletta.

Unisciti a noi per un risparmio immediato garantito dalle nostre tariffe!

Pin It on Pinterest