HomeEnergit timeCome e perché investire nelle colonnine elettriche

Come e perché investire nelle colonnine elettriche

da Redazione | 10 Febbraio 2020

La diffusione sempre più marcata delle auto elettriche offre prospettive incoraggianti verso una maggiore sostenibilità ambientale nel mondo dei trasporti e rappresenta un’opportunità interessante di business su cui investire.

Tuttavia questo settore, soprattutto in Italia, risulta ancora piuttosto acerbo per la mancanza di punti di rifornimento adeguati, concentrati soltanto in alcune città come Roma, Milano e Firenze e a causa di costi installazione delle infrastrutture di ricarica ancora troppo elevati.

Nonostante la diffusione degli incentivi statali per l’acquisto delle colonnine elettriche di ricarica, gli investimenti in tal senso sono ancora limitati sia nel pubblico e nel privato, nonostante queste strutture abbiano conosciuto una crescita esponenziale negli ultimi anni.

Investire nelle colonnine elettriche oggi rappresenta un modo intelligente e redditizio per contribuire ad una significativa rivoluzione energetica dove una maggiore consapevolezza dei consumi ed un impegno comune contro il cambiamento climatico renderanno possibile il sempre maggiore ricorso alle fonti rinnovabili.

Ecco quali sono i principali vantaggi e perché investire nelle colonnine elettriche in ambito turistico, in azienda o in abitazioni private.

Come e perché investire nelle colonnine elettriche: principali vantaggi

La crescita del settore delle auto elettriche è diventata una vera opportunità per il settore del turismo, dove sempre più strutture ricettive decidono di investire offrendo ai viaggiatori nuovi servizi a basso impatto ambientale.

La sensibilità verso i temi sociali ed il rispetto per l’ambiente oggi spinge chi viaggia spesso a scegliere le auto elettriche prediligendo alberghi e b&b che contemplino punti di ricarica attrezzati.

Soltanto nel 2011 alcuni studi di settore hanno evidenziato come il 60% di automobilisti europei si dichiarasse propenso ad acquistare auto elettriche o ibride, ragion per cui investire nelle colonnine elettriche se si ha una struttura ricettiva diventa un’opportunità da non perdere.

In particolare installare infrastrutture di ricarica per auto elettriche nel proprio albergo può offrire innumerevoli vantaggi come:

  • Attirare e fidelizzare nuovi clienti
  • Raggiungere una larga fetta di consumatori disposti a spendere cifre più elevate rispetto alla media
  • Poter beneficiare di incentivi nazionali o regionali
  • Aumentare la competitività della struttura ricettiva innovando le proprie proposte
  • Rafforzare l’immagine della propria azienda.

A fronte di un investimento minimo, qualsiasi imprenditore può usufruire di importanti benefici nell’offrire un punto di ricarica in azienda, dalla colonnina all’impianto elettrico, che possiamo sintetizzare nei seguenti punti:

  • Fedeltà del personale
  • Innovazione nei servizi per clienti e visitatori
  • Immagine all’avanguardia

Investire nelle colonnine elettriche è un’operazione realizzabile anche in ambito domestico nel rispetto di alcuni passaggi burocratici ed economici che andranno necessariamente affrontati.

Prima di capire come investire nelle colonnine elettriche è bene conoscere le diverse tipologie, ecco quali sono e quali aspetti occorre prendere in esame.

Colonnine di ricarica per auto elettriche: le tipologie

Le colonnine di ricarica comportano investimenti e procedure di installazione differenti a seconda della tipologia in cui sono classificate, ecco quali sono le due principali:

Colonnine di ricarica pubbliche

Le colonnine elettriche ad uso pubblico possono essere a palo o a parete o utilizzare innovativi sistemi wireless oggi ancora in fase di sperimentazione ma particolarmente utili per una ricarica veloce.

Le colonnine di ricarica pubbliche vengono installate da gestori di rete e distributori di energia in aree di sosta pubbliche posizionate lungo le strade o stazioni ferroviarie e aeroporti.

Colonnine di ricarica private

Le colonnine elettriche ad uso privato possono essere utilizzate all’interno di un nucleo familiare singolo o essere predisposte per un uso condominiale.

I due casi prevedono ovviamente una diversa gestione delle spese, che, nel caso degli impianti condominiali, potranno essere condivise con gli altri inquilini, riducendo così l’importo dell’investimento iniziale e migliorando l’efficienza del servizio.

Le colonnine elettriche ad uso privato possono essere installate all’interno di un garage e collegate alla rete elettrica domestica, incidendo sui costi in bolletta ma non richiedono necessariamente un aumento di potenza del contatore.

Investire sulle colonnine di ricarica elettriche può essere conveniente e remunerativo in considerazione dei tempi ridotti e della facilità di installazione, ma prima di procedere ad implementare questo tipo di servizi vi sono alcuni elementi da valutare, ecco quali sono e cosa serve per installare il servizio.

Come installare le colonnine elettriche: 5 elementi chiave

Per investire correttamente nelle colonnine elettriche è necessario rispettare alcuni presupposti, dagli aspetti burocratici e logistici a quelli normativi.

Ecco 5 punti fondamentali da non trascurare se si intende installare una colonnina per auto elettrica:

Permessi

Per investire nelle colonnine elettriche per auto in Italia è necessario disporre dei permessi necessari ovvero predisporre una certificazione di inizio attività (SCIA), introdotta con un decreto legge del 2012.

Con questa autocertificazione è possibile procedere all’installazione del servizio negli spazi pubblici senza ulteriori verifiche e controlli, sarà sufficiente inviare la segnalazione allo Sportello per le Attività Produttive del territorio di appartenenza entro 30 giorni dall’inizio delle attività.

In caso di stazioni di ricarica di tipo privato la comunicazione può non essere inviata ma è sempre bene consultare la normativa di riferimento del proprio comune.

Impianto elettrico

Per installare nel modo corretto una stazione di ricarica elettrica è necessario analizzare in fase di acquisto alcuni elementi fondamentali, dalla capacità di carico dell’impianto elettrico ai picchi di utilizzo, prendendo anche in considerazione l’energia richiesta per la ricarica e dunque la potenza della struttura che intende avvalersi del servizio.

Tempi di ricarica delle auto

Investire nelle colonnine elettriche significa anche valutare la quantità di energia necessaria per offrire un efficiente servizio di ricarica.

In contesti come ristoranti e centri benessere o supermercati il fabbisogno energetico dovrà essere superiore per permettere alla clientela di ricaricare l’auto in tempi brevi.

Nelle strutture alberghiere, dove la ricarica delle auto elettriche può avvenire in tempi più lunghi o nelle ore notturne sarà possibile utilizzare una minore quantità di energia.

Attrezzatura tecnica

Per investire in modo proficuo sulle colonnine elettriche sarà anche necessario fare attenzione all’attrezzatura tecnica scegliendo le stazioni dotate di spina standard europea per velocizzare le operazioni di ricarica o, in caso questa non sia presente, procurandosi un cavo adattatore.

Per misurare le tariffe e gli utilizzi singoli delle colonnine sarà necessario dotarle anche di un contatore di ricarica e di dispositivi di protezione.

Posizionamento

Per installare correttamente le colonnine elettriche è indispensabile scegliere la giusta collocazione in termini di sicurezza e comodità.

La scelta ideale è posizionare le stazioni per auto elettriche tra due parcheggi in modo da assicurare la ricarica a più veicoli.

Per migliorare il comfort della colonnina è possibile dotarla di adeguata protezione dalle intemperie o illuminare il punto di ricarica.

Attualmente l’espansione dei veicoli elettrici e gli investimenti nelle colonnine riguardano soprattutto le grandi città ma la green economy rappresenta oggi settore in evoluzione, espressione di una maggiore consapevolezza nei consumi.

Pin It on Pinterest