HomeEnergit timeCome risparmiare energia con il forno

Come risparmiare energia con il forno

da Redazione | 10 Aprile 2019

Il forno elettrico consuma circa 173 kWh all’anno per quindici minuti di utilizzo quotidiano, incidendo pesantemente sulle bollette e il consumo di energia elettrica.

Sviluppare una buona consapevolezza nell’uso di questo apparecchio ti aiuterà a risparmiare energia: ecco qualche consiglio utile per ridurre gli sprechi e tagliare le spese.

Risparmiare energia con il forno elettrico

Il primo passo per risparmiare energia con il forno elettrico è ridurre gli sprechi e limitare i consumi: per farlo puoi utilizzare un apposito strumento chiamato wattmetro o un misuratore di energia elettrica da inserire in una presa di corrente.

Questi dispositivi, reperibili in negozi specializzati a costi piuttosto contenuti, permettono non solo di conoscere i nostri consumi ma anche di calcolare il costo totale ad essi corrispondenti, in modo da spingerci ad adottare le giuste misure per limitare le spese.

Se hai verificato che i tuoi consumi sono sempre troppo elevati, ecco alcuni consigli per aiutarti a massimizzare l’efficienza energetica del tuo forno e a ridurre i costi in bolletta.

Evita il preriscaldamento

Per risparmiare energia con il forno elettrico, non preriscaldarlo più del necessario: preoccupati di calcolare i tempi di cottura per non lasciarlo acceso a lungo inutilmente.

Non aprire lo sportello

Resisti alla tentazione di aprire la porta del forno, specialmente durante la cottura, poiché si perde una quantità sproporzionata di calore (circa 25°C).

Utilizza un timer

Per impostare i tempi di cottura ed evitare dispersioni di calore serviti di un timer programmabile, ricordati inoltre di mantenere pulito il vetro, questo ti permetterà di controllare come procede la cottura all’interno.

Prediligi i modelli ventilati

È possibile risparmiare il 20% dei costi energetici relativi al forno utilizzando un modello ventilato, dotato di ventola per far circolare l’aria in modo uniforme.

Questo ti permetterà di ottenere tempi di cottura più brevi a temperature inferiori e risparmiare sui costi dell’elettricità, inoltre il tuo cibo cuocerà in modo molto più omogeneo.

Scegli i forni a convezione

Nei forni a convezione l’aria riscaldata viene fatta circolare in modo uniforme. Ciò consente a questi apparecchi di essere molto più efficienti dal punto di vista energetico rispetto ai forni convenzionali, utilizzando un terzo dell’energia e cuocendo i cibi molto più velocemente.

Utilizza piatti di cottura efficienti

Le stoviglie in vetro o in ceramica mantengono il calore molto meglio di quelle in metallo, se le utilizzi puoi abbassare la temperatura fino a 25° C e il cibo cucinerà altrettanto rapidamente.

Non utilizzare l’alluminio

Utilizzare un foglio di alluminio durante la cottura non consente in alcun modo di facilitare o ottimizzare la cottura degli alimenti, al contrario di quanto si creda. Anzi ciò impedisce all’aria di fluire liberamente nel forno, diminuendone l’efficienza e dunque aumentando il consumo di energia.

Spegni in anticipo

Il forno elettrico è in grado di terminare della cottura anche 15/20 minuti dopo lo spegnimento, assicurandoti così un buon risparmio di energia.  Prendi dunque in considerazione l’ipotesi di spegnerlo in anticipo e utilizzare il calore residuo per completare la cottura dei tuoi cibi.

Limita le dispersioni di calore

Assicurati che il tuo forno elettrico sia efficiente da un punto di vista energetico: per farlo verifica che il termostato o la ventola funzionino correttamente o che lo sportello sia correttamente sigillato per ridurre al minimo le fuoriuscite di calore.

Controlla l’etichetta

Se intendi sostituire il tuo vecchio forno con un modello più efficiente dal punto di vista energetico, ricordati di controllare l’etichetta: la certificazione Energy Star, obbligatoria su tutti gli elettrodomestici di ultima generazione, permette di valutare i parametri relativi ai consumi di elettricità e di confrontarli tra i vari modelli.
Un’attenta valutazione dell’etichetta permette di individuare la classe energetica dell’apparecchio, prediligi i forni di classe A per risparmiare energia.

Il forno a microonde per risparmiare energia

I forni a microonde ti aiutano a risparmiare energia trasferendo il calore in modo più efficiente rispetto ai forni tradizionali ma soprattutto rispetto al sistema di cottura a gas.
Questi apparecchi, infatti, riscaldano soltanto il cibo e l’eventuale contenitore, mentre i fornelli per consentire una cottura ottimale degli alimenti devono arrivare ad una determinata temperatura (fino a 200°C circa), oltre ad aver bisogno di tempo per raffreddarsi al termine dell’utilizzo.

Ecco alcuni dei migliori modi per risparmiare energia e denaro utilizzando il forno a microonde:

Cuoci in quantità

Cerca di cuocere al microonde buone quantità di cibo in una volta sola per assicurarti che tutto lo spazio e il calore vengano utilizzati. È sempre possibile congelare le porzioni che avanzano per riscaldarle in un secondo momento.

Scongela i cibi prima della cottura

Evita il più possibile di utilizzare la funzione defrost per lo scongelamento degli alimenti. Per risparmiare energia con il forno a microonde è preferibile scongelare i cibi surgelati nel frigo durante la notte, ti aiuterà a dimezzarne il tempo di cottura e dunque a ridurre i tuoi consumi.

Taglia il cibo in piccoli pezzi

Alcuni alimenti richiedono una cottura più lenta e spesso ad una temperatura più bassa, ad esempio la carne: tagliarla in pezzi più piccoli non solo ti eviterà di cuocerla troppo ma ti assicurerà di cucinarla molto più velocemente, facendoti risparmiare energia.

Occhio alle dimensioni

L’efficienza energetica di un forno a microonde varia di pochissimo con l’aumentare delle sue dimensioni: acquistare un apparecchio più grande rispetto alle tue reali necessità e abitudini di consumo ti farà consumare una quantità di energia molto superiore.

Scollegalo quando non lo usi

Il forno a microonde, come la maggior parte degli elettrodomestici e degli apparecchi elettrici della tua abitazione, continua a consumare energia anche quando è spento. Per assicurarti di risparmiare con il forno a microonde, ricordati di scollegarlo dalla presa di corrente quando non è in uso.

Mantienilo pulito

Preoccupati di mantenere pulito il tuo forno a microonde: qualsiasi residuo di cibo o di grasso assorbe grandi quantità di calore, rendendo il tuo apparecchio meno efficiente.

Seguendo questi consigli potrai risparmiare tempo, denaro ed energia, rendendo la tua casa il più efficiente possibile.

Energit
ti offre le migliori soluzioni per aiutarti a praticare un risparmio consapevole e diminuire i costi in bolletta, scopri i nostri servizi e le migliori tariffe, appositamente studiati per aiutarti a spendere meno.

Pin It on Pinterest