HomeEnergit timeCome risparmiare energia con la lavastoviglie

Come risparmiare energia con la lavastoviglie

da Redazione | 11 Aprile 2019

La lavastoviglie è uno degli elettrodomestici più apprezzati e utilizzati in ambito domestico: è una comodità e al tempo stesso assicura un buon risparmio, riducendo gli sprechi d’acqua che comporta invece l’operazione del lavaggio a mano.

Tuttavia, pur consumando generalmente la metà dell’acqua e un quarto dell’energia elettrica utilizzata per il lavaggio dei piatti a mano, la lavastoviglie, se non è usata in modo intelligente, può diventare un vero e proprio “vampiro energetico”.

Ecco qualche consiglio utile per risparmiare energia e ridurre i consumi usando la lavastoviglie.

Risparmiare energia con la lavastoviglie: 7 consigli da seguire

Utilizzala a pieno carico

Il primo accorgimento da mettere in pratica per risparmiare con la lavastoviglie è utilizzarla a pieno carico, per sfruttare al meglio l’energia, l’acqua e il detergente utilizzati durante ogni ciclo di lavaggio.

Evita di sovraccaricare la lavastoviglie per garantirgli la massima efficienza e non sprecare energia.

Fai attenzione alle dimensioni

La lavastoviglie è disponibile sul mercato in dimensioni differenti in rapporto alle esigenze del nucleo familiare, esse variano da sei a quindici coperti.

I modelli di dimensioni standard (più di dodici coperti) sono in genere più efficienti in termini energetici e idrici, mentre un modello compatto può essere più adatto a una singola persona o a una piccola cucina.

Assicurati di scegliere la lavastoviglie più indicata alle tue esigenze e abitudini di consumo per non generare un eccessivo dispendio energetico.

Non utilizzare il pre-risciacquo

I modelli di lavastoviglie di ultima generazione sono progettate per pulire anche piatti molto sporchi, pertanto non è indispensabile né conveniente utilizzare il pre-risciacquo: salta questo passaggio per risparmiare tempo e acqua!

Ripulire accuratamente tutte le stoviglie utilizzando una spugna ruvida ti aiuterà ad eliminare le fastidiose particelle di cibo che possono ostruire i canali di scolo.

Assicurati di rimuovere i residui di sporco dai piatti utilizzando un foglio di carta di giornale per evitare i cattivi odori e svuota i liquidi: la lavastoviglie farà il resto.

Salta il ciclo di asciugatura 

Un altro modo per risparmiare denaro ed energia con la lavastoviglie è lasciare asciugare i piatti all’aria.

Non solo è facile e conveniente, ma permette anche di ridurre l’energia utilizzata per riscaldare la lavastoviglie e previene eventuali danni causati alle pietanze dal calore eccessivo.

Per fare questo, disattiva l’impostazione di asciugatura a caldo o apri la porta dopo aver completato il ciclo di lavaggio e spegni la lavastoviglie.

L’unico svantaggio è che questa operazione potrebbe richiedere più tempo per asciugare completamente i piatti, ma di sicuro renderà la tua bolletta più leggera!

Esegui una buona manutenzione

Una buona manutenzione garantirà la massima efficienza alla tua lavastoviglie e un dispendio energetico ridotto al minimo.

Assicurati di pulire frequentemente il filtro, così come i tubi e l’erogatore dell’acqua, esegui queste operazioni a lavastoviglie spenta rimuovendo il cestello.

Aggiungi con regolarità un prodotto specifico nell’apposito scomparto per prevenire la formazione di calcare.

Puoi eseguire un efficace trattamento anticalcare una volta al mese a lavastoviglie vuota: per prepararlo ti basterà sciogliere 150 grammi di acido citrico in un litro di acqua distillata, poi versarlo nella vaschetta del brillantante.

Preoccupati inoltre di utilizzare un detersivo ecologico, rispettane le dosi consigliate senza mai eccedere per ridurre i consumi e l’impatto sull’ambiente.

Utilizza un programma di risparmio energetico

Questo tipo di programma è progettato per pulire stoviglie molto sporche ed assicurare al tempo stesso un consumo minimo di energia e acqua.

I piatti vengono lavati a una temperatura inferiore, intorno ai 50° C, utilizzando circa tre litri di acqua in meno rispetto al normale ciclo di lavastoviglie.

Scegli un modello ad alta efficienza energetica

Se intendi acquistare una nuova lavastoviglie, fai attenzione all’etichetta energetica: qui troverai indicate tre classi di efficienza che ti permetteranno di conoscere anticipatamente il livello del consumo di energia elettrica per ogni ciclo di lavaggio.

Prediligi i modelli più evoluti a risparmio energetico, in tripla classe A o in classi superiori (A+++, A++, A+), che utilizzano minori quantità di acqua calda.

Utilizzare i tuoi elettrodomestici in modo efficiente ti permetterà di ottenere una significativa riduzione dei consumi e un notevole risparmio in bolletta.

Per aiutarti a farlo Energit ti assicura tariffe convenienti senza vincoli di fascia oraria: contattaci per saperne di più e conoscere le offerte pensate per il tuo risparmio.

Pin It on Pinterest