Home  >  Energit time  >  Risparmio energetico domestico: come pagare meno in bolletta

Risparmio energetico domestico: come pagare meno in bolletta

risparmio-energetico-domestico-come-pagare-meno-in-bolletta-

da Redazione | 09 Dicembre 2018

L’efficienza energetica oggi è diventata uno dei requisiti più desiderabili di un immobile: il risparmio energetico domestico.

Oltre a garantire evidenti benefici ambientali e potenziali miglioramenti della salute mentale e fisica, assicura notevoli tagli sui consumi energetici, permettendo di pagare meno in bolletta.

I costi energetici rappresentano una parte significativa del bilancio familiare: ottimizzare i consumi, ad esempio grazie ad elettrodomestici ad alta efficienza energetica, rende possibile incentivare il risparmio energetico domestico e al tempo stesso eleva notevolmente il comfort abitativo.

Per quanto le spese energetiche saranno sempre un costo fisso da sostenere, sia in un ambiente domestico che aziendale, attraverso semplici comportamenti o acquisti energeticamente efficienti, è possibile ridurre facilmente le bollette e generare un risparmio notevole sui consumi energetici

Ecco quali sono i 10 migliori modi di risparmiare energia domestica e pagare meno in bolletta.

Come risparmiare energia domestica e pagare meno in bolletta: 10 consigli pratici

Regola le tue azioni quotidiane

Per risparmiare energia domestica e pagare meno in bolletta non è indispensabile acquistare prodotti a basso consumo energetico.

E’ possibile ridurre i consumi anche compiendo semplici gesti quotidiani (troppo spesso trascurati), come spegnere le luci o gli elettrodomestici quando non ne hai bisogno.

Attenzione anche all’utilizzo eccessivo dell’impianto di riscaldamento (pompe di calore) in inverno e del condizionatore in estate. I costi di riscaldamento e raffreddamento coprono, infatti, quasi la metà dell’importo delle bollette di un’utenza media, riducendone la frequenza e l’intensità è possibile ottenere un notevole risparmio energetico.

Sostituisci le lampadine

Le lampadine tradizionali ad incandescenza consumano una quantità eccessiva di elettricità e richiedono di essere sostituite molto più spesso rispetto a quelle energeticamente efficienti.

Le lampadine alogene ad incandescenza, le lampade fluorescenti compatte (CFL) e le lampadine a diodi ad emissione luminosa (LED) utilizzano il 25-80% di energia in meno e possono durano da 3 a 25 volte di più rispetto alle lampadine tradizionali, assicurando così un notevole risparmio energetico domestico.

Sebbene le lampadine a basso consumo energetico siano più costose, lo sfruttamento efficiente dell’energia e una maggiore durata nel tempo ne riducono i costi a lungo termine, apportando sia benefici in termini ambientali che economici.

Riduci i carichi fantasma

Lo sapevi che gli elettrodomestici e qualsiasi dispositivo elettronico continua a consumare energia anche quando non è effettivamente acceso?

I carichi fantasma, ossia l’elettricità consumata quando gli apparecchi della tua abitazione sono spenti o in modalità stand – by, rappresentano il 6% di tutto il consumo nazionale di elettricità residenziale ed una delle principali fonti di spreco di energia.

Per favorire il risparmio energetico domestico ricordati di scollegare i dispositivi elettronici quando non li utilizzi o, in alternativa, collegali ad una presa multipla (altrimenti detta ciabatta intelligente), che dovrai spegnere quando disconnetti gli apparecchi utilizzati.

Installa un termostato programmabile

Se non riesci a fare a meno dei sistemi di riscaldamento, le nuove tecnologie ti possono aiutare a ridurre i consumi energetici anche mentre dormi.

Per un buon risparmio energetico domestico e per pagare meno in bolletta puoi scegliere di impostare un termostato programmabile per regolare o spegnere il riscaldamento e il raffreddamento durante i periodi di sonno o di riposo.

Quando si installa un termostato programmabile, si elimina l’inutile consumo di energia dal riscaldamento e dal raffreddamento senza sacrificare il comfort.

Questi dispositivi sono disponibili in diversi modelli e possono includere indicatori per la sostituzione dei filtri dell’aria, aiutando, così a migliorare anche l’efficienza del sistema di riscaldamento e raffreddamento.

Acquista elettrodomestici ad alta efficienza energetica

In media, gli elettrodomestici sono responsabili del 13% del consumo totale di energia domestica.

Per il risparmio energetico domestico è importante utilizzare elettrodomestici con l’etichetta Energy Star, una vera e propria garanzia di efficienza energetica che permetterà di consumare meno di altri modelli standard, sia durante l’uso che nella modalità stand-by.

Ad esempio, le lavatrici per abiti certificate Energy Star consumano il 25% di energia in meno e il 45% di acqua in meno rispetto a quelle convenzionali.

Riduci le spese di riscaldamento dell’acqua

Il riscaldamento dell’acqua è un importante contributo al consumo totale di energia.

Oltre all’acquisto di uno scaldabagno a risparmio energetico, ci sono tre metodi per ridurre le spese di riscaldamento dell’acqua: puoi semplicemente usare meno acqua calda, abbassare il termostato o isolare lo scaldabagno.

Gli scalda acqua senza serbatoio o istantanei forniscono acqua calda solo quando è necessario e, in stato di stand – by, non producono le perdite di energia associate a quelli tradizionali ad accumulo, con un conseguente notevole risparmio energetico domestico.

Installa finestre a risparmio energetico

Porte e finestre sono una fonte significativa di spreco di energia, che può ammontare al 10-25% dei costi in bolletta e a circa un terzo della perdita totale di calore di un’abitazione.

Per ridurre le perdite energetiche attraverso gli infissi e favorire un buon risparmio energetico domestico è necessario assicurarsi che non vi siano fessure, vetri incrinati, residui di stucco, telai mal posizionati o serrature mal funzionanti e provvedere eventualmente alla loro sostituzione o riparazione.

Isola la tua casa

L’isolamento domestico svolge un ruolo chiave nell’abbassamento dei costi in bolletta e nella regolazione termica ottimale durante l’inverno e l’estate.

L’efficace isolamento rallenta la velocità con cui il calore fuoriesce dalla casa in inverno o si diffonde in casa durante l’estate, quindi rende necessaria una quantità molto inferiore di energia per riscaldare o raffreddare la casa.

Il livello di isolamento che dovresti installare per garantire un elevato risparmio energetico domestico dipende dall’area domestica e dalla facilità di accesso allo spazio, puoi scegliere di iniziare dal soffitto, dal tetto o dalle pareti.

Utilizza fonti di energia rinnovabile

L’utilizzo di energia rinnovabile per alimentare la tua casa può ridurre notevolmente i costi delle bollette, e gli incentivi fiscali per l’installazione di fonti rinnovabili possono renderli ancora più convenienti.

I sistemi di pannelli solari elettrici, noti anche come impianti fotovoltaici, catturano l’energia solare utilizzando le celle fotovoltaiche, che convertono la luce solare in elettricità.

Questa può essere a sua volta utilizzata per alimentare elettrodomestici e illuminazione, con un conseguente risparmio energetico domestico e in bolletta.

Sfrutta la decorazione domestica

La decorazione domestica è un ottimo modo per aggiungere efficienza energetica e stile allo spazio domestico.
Durante i mesi invernali, tappeti e moquette possono aiutarti a risparmiare energia: catturano l’aria calda e rendono la tua casa calda e accogliente, senza costi aggiuntivi.

Un camino è un’altra soluzione perfetta per stare al caldo in inverno senza far lievitare eccessivamente i costi in bolletta, oltre ad aggiungere eleganza a qualsiasi stanza della tua casa.

L’efficienza energetica della tua casa dipende completamente dalle tue scelte e abitudini, risparmia consapevolmente!

Articoli correlati