HomeEnergit time7 idee per il risparmio energetico di un b&b

7 idee per il risparmio energetico di un b&b

da Redazione | 10 Giugno 2019

La spesa energetica di un b&b è strettamente legata ai costi degli impianti di riscaldamento e raffrescamento degli ambienti, a cui si aggiungono quelli per la produzione di acqua calda sanitaria o di trattamento dell’aria.

Queste strutture ricettive, assumono sempre più l’aspetto di veri e propri alberghi, offrendo un ampio ventaglio di servizi che richiede un consumo di energia elettrica e gas naturale dettati dalla stagionalità e caratterizzato da picchi elevati in alcuni mesi o in particolari ore del giorno.

Per risparmiare energia e ridurre i costi di gestione di un’attività professionale, è necessario essere in possesso di sistemi di controllo e di regolazione che permettano di assicurare il comfort di ogni ambiente senza impattare sulla spesa energetica.

Razionalizzare il consumo di energia è inoltre il modo migliore per ridurre gli sprechi energetici e rendere una struttura ecosostenibile.

Ecco 7 idee per il risparmio energetico di un b&b da tenere in considerazione se possiedi una struttura ricettiva.

Risparmio energetico b&b: 7 idee per ridurre i consumi

Utilizza infissi in legno e materiali naturali

La prima soluzione per ridurre i consumi energetici di un b&b è utilizzare materiali termoisolanti per evitare gli sprechi legati alla dispersione termica.

Tra questi il legno è il materiale ecologico per eccellenza, perfetto per isolare termicamente porte e finestre e dunque gli spazi interni di una struttura ricettiva, oltre ad essere particolarmente flessibile nell’adattarsi a qualsiasi tipo di arredamento.

Utilizzare materiali come il legno per tetto e pareti, oltre a garantire buone capacità isolanti, assicura anche standard di sicurezza piuttosto elevati, svolgendo un’efficace azione anti-sismica per le sue proprietà di elasticità e leggerezza.

Limita il flusso d’acqua di rubinetti e docce

Installa riduttori di flusso per migliorare l’efficienza dei rubinetti dell’acqua e delle toilette.

I soffioni delle docce possono essere regolabili tramite speciali sensori elettrici che permettono di avviare o interrompere il flusso d’acqua in caso di necessità, così limitando al massimo gli sprechi e risparmiando una buona quantità di energia.

Montare soffioni della doccia a risparmio d’acqua non riduce la pressione del getto ma permette di aggiungere aria senza ridurre il comfort.

Insieme agli aeratori per rubinetti, che funzionano secondo lo stesso principio, questo accorgimento permette di contrarre notevolmente la spesa dovuta al consumo di acqua calda.

Scegli un’illuminazione a risparmio energetico

Per risparmiare energia in un b&b è molto importante anche l’ottimizzazione dell’illuminazione.

Per limitare i consumi di energia è consigliabile prediligere l’uso di lampadine a risparmio energetico, preferibilmente a LED.

E’ possibile anche sfruttare la luce naturale, utilizzando tendaggi di colore chiaro e infissi di buona ampiezza per sfruttare il più possibile le radiazioni solari.

Alcuni software gestionali assicurano un risparmio minimo del 20% grazie ad una funzione di regolazione automatica dell’illuminazione interna ed esterna.

Si tratta di un sistema intelligente che permette di accendere le luci e attivare l’energia elettrica solamente in presenza dell’ospite in stanza o funzionante tramite rilevatore di presenza nelle aree comuni.

Utilizza la domotica per la termoregolazione

La domotica garantisce una migliore gestione energetica degli ambienti, assicurando un maggiore comfort ed anche una buona ottimizzazione della temperatura interna dell’aria.

Grazie alla domotica, è, infatti, possibile contemporaneamente regolare la temperatura, l’apertura e chiusura delle finestre di una stanza e monitorarne i consumi, assicurando una semplificazione del lavoro di gestione e maggiore comfort per gli ospiti.

L’uso di dispositivi domotici permette, infatti, di ottenere un notevole contenimento dei consumi legati all’illuminazione ma anche agli impianti di riscaldamento e condizionamento.

Un buon sistema di termoregolazione del riscaldamento che adegui la produzione del calore all’effettivo utilizzo delle stanze da parte degli ospiti è in grado di rendere più funzionale la gestione dell’impianto di riscaldamento, permettendone anche un buon controllo da remoto, senza alcun intervento edile.

Isola gli infissi

Verifica che gli infissi della tua struttura siano adeguatamente isolati, sigillando eventuali spifferi d’aria intorno a porte e finestre, una delle principali cause dell’eccessiva dispersione di energia degli ambienti.

L’uso di un buon impermeabilizzante garantisce il mantenimento di una temperatura confortevole all’interno di ogni stanza e limita la fuoriuscita del calore accumulato, rendendo così efficaci i sistemi di riscaldamento, ventilazione e raffreddamento.

Utilizza ventilatori a soffitto

Installare ventilatori a soffitto in sostituzione dell’impianto di aria condizionata può consentire un notevole risparmio di elettricità, permettendo al tempo stesso una più efficace circolazione dell’aria, con notevoli benefici per l’ambiente dal momento che le emissioni di carbonio vengono ridotte notevolmente.

Scegli fonti di energia rinnovabile

Sempre per restare in tema di basso impatto ambientale, per risparmiare in un b&b è consigliabile scegliere fonti di energia rinnovabile per migliorare la classe energetica della struttura.

Un’ottima soluzione può essere utilizzare l’energia solare per produrre energia elettrica e termica.

L’uso dei pannelli fotovoltaici e dei collettori solari rappresentano, infatti, una valida alternativa agli impianti di condizionamento estivo, permettendo di ridurre notevolmente i consumi elettrici e le emissioni di anidride carbonica.

Energit ti aiuta a trovare le migliori soluzioni di risparmio energetico per la tua impresa: contattaci per scoprire come ridurre i consumi e aumentare l’efficienza energetica della tua azienda!

Pin It on Pinterest