HomeEnergit time6 consigli su come risparmiare energia elettrica in estate

6 consigli su come risparmiare energia elettrica in estate

da Redazione | 10 Agosto 2019

I consumi di energia elettrica in estate aumentano vertiginosamente a causa dell’uso spesso scorretto dei condizionatori, indispensabili alleati contro la calura.

Cattive abitudini e scarsa efficienza degli elettrodomestici contribuiscono inoltre a peggiorare la situazione favorendo gli sprechi e rendendo proibitivi i costi della bolletta nel periodo estivo.

Fortunatamente è possibile intervenire tempestivamente per ridurre gli sprechi e mettere in atto alcuni utili accorgimenti per risparmiare energia elettrica nei mesi più caldi dell’anno.

Ecco 6 utili consigli per una gestione intelligente di apparecchi ed elettrodomestici che consentono di risparmiare energia elettrica in estate.

Risparmiare energia elettrica in estate: 6 consigli pratici per ridurre gli sprechi

Dall’uso eccessivo dell’aria condizionata alla cattiva gestione di apparecchi ed elettrodomestici, tanti sono gli errori e le cattive abitudini che, nel periodo estivo in particolare, commettiamo nella quotidianità senza accorgercene.

Se è vero che a ventilatore e condizionatore non è possibile rinunciare se vogliamo trovare un po’ di refrigerio e rinfrescare l’ambiente, è anche vero che senza le giuste precauzioni questi apparecchi causano un dispendio energetico eccessivo facendo lievitare le spese in bolletta.

Una maggiore consapevolezza ed una corretta gestione di tutti gli apparecchi ed elettrodomestici domestici può ridurre notevolmente i costi per l’energia elettrica, ecco alcuni consigli per imparare a farlo e risparmiare energia elettrica in estate.

Utilizza al meglio il condizionatore

Il primo e importante accorgimento da mettere in atto per risparmiare energia elettrica in estate è utilizzare al meglio il condizionatore, sfruttandolo nel modo corretto per risparmiare in bolletta.

Ciò significa accenderlo soltanto quando è necessario, nelle ore più calde, avendo l’accortezza di spegnerlo quando non si è in casa.

Per ridurre i consumi è importante che la differenza di temperatura tra l’ambiente interno e l’esterno sia pari a 8 gradi così da evitare inutili dispersioni di calore.

Mantenere la temperatura corretta, che nel periodo estivo non dovrà mai essere inferiore ai 25°C, infatti, assicura un corretto funzionamento dell’impianto garantendo il giusto refrigerio senza incidere eccessivamente sui costi in bolletta.

Un utilizzo ottimale del condizionatore può, infatti, assicurare un risparmio pari al 75%, a patto di eseguire correttamente la pulizia e curarne ovviamente la manutenzione.

Un altro utile accorgimento per risparmiare energia elettrica in estate con l’uso dell’aria condizionata è evitare di posizionare l’unità in presenza di oggetti che possano ostacolare il libero fluire dell’aria.

Alcuni modelli di ultima generazione sono dotati di speciali sensori di rilevamento della temperatura, pertanto disporli in prossimità di apparecchi elettrici che producono molta energia come elettrodomestici o computer e televisori potrebbe ridurre l’efficienza dell’impianto facendolo lavorare di più.

Sempre a proposito di posizione, è meglio non installare i condizionatori in stanze particolarmente calde o eccessivamente esposte al sole durante il giorno.

L’impianto si troverebbe anche in questo caso a dover utilizzare maggiore energia aumentando dunque a dismisura i consumi e i costi in bolletta.

Un altro utile accorgimento per combattere il caldo e risparmiare energia è contrastare l’umidità delle stanze utilizzando la funzione di de-umidificazione, che può ridurre la temperatura interna anche di 3°C, senza pesare in modo eccessivo sulla bolletta.

Qualora intendiate acquistare un nuovo apparecchio o sostituirne uno vecchio è preferibile scegliere un modello a risparmio energetico dotato di tecnologia inverter.

Questi dispositivi si adattano alle reali necessità di refrigerio dell’ambiente, riducendo i consumi e le emissioni di CO2.

Mantieni fresca la casa in modo naturale

Risparmiare energia elettrica in estate senza patire il caldo è possibile anche ricorrendo a soluzioni naturali che possono aiutare a rinfrescare l’ambiente limitando l’uso del condizionatore.

Tra queste sicuramente l’uso strategico di tapparelle e tende, che proteggono dal sole e dall’afa nelle ore più calde della giornata, consentendo di mantenere fresche le stanze e risparmiare energia elettrica.

Per riflettere adeguatamente i raggi solari e garantire il giusto refrigerio è meglio optare per il colore bianco.

È consigliabile inoltre introdurre piante e rampicanti negli spazi esterni, come balconi e terrazze, per assorbire buona parte del calore e fare in modo che esso penetri il meno possibile all’interno dell’abitazione.

Usa un ventilatore

Alterna l’uso del condizionatore ad un ventilatore per risparmiare in bolletta, eviterai inutili sprechi di energia riducendo i consumi fino a 15 volte.

Abbi cura di scegliere il giusto modello per rinfrescare adeguatamente la stanza, evitando quelli a piantana in ambienti troppo grandi, in cui sarà meglio, al contrario, prediligere quelli a soffitto.

Utilizza correttamente gli elettrodomestici

Per combattere il caldo e risparmiare energia in estate spegni tutti gli elettrodomestici che non utilizzi per limitare il più possibile il calore e ridurre sensibilmente i consumi.

Se utilizzi lavatrice e lavastoviglie fai in modo che funzionino solo a pieno carico, evitando prelavaggio e risciacquo automatico.

Per il bucato è preferibile scegliere programmi di lavaggio a 30 e 40°, mentre in caso di indumenti sporchi è meglio evitare di lavarli a 90°e optare per un programma a 60°, questo ti assicurerà un risparmio del 30% sulla bolletta elettrica.

Utilizza i programmi eco per garantirti una riduzione dei consumi pari al 40%.

Tra i restanti elettrodomestici, il piano cottura e il forno sono quelli più energivori, anche se fortunatamente il loro uso è ridotto con il sopraggiungere del caldo estivo, che invita al maggiore consumo di alimenti freschi.

Utilizza in ogni caso i fornelli il meno possibile e nelle ore più fresche per favorire una riduzione dei consumi.

Anche il frigorifero, poiché è sempre acceso, è responsabile di un eccessivo consumo di energia, soprattutto se utilizzato in modo scorretto.

Per risparmiare sulla bolletta valuta l’acquisto di un elettrodomestico in classe A++ o meglio ancora A+++, ti assicurerà maggiore efficienza ed una netta riduzione dei consumi.

Ricorda di distribuire correttamente gli alimenti nei ripiani, ad ognuno di essi corrisponde una temperatura specifica: scegli quelli in basso per i cibi che necessitano di maggiore refrigerio e utilizza i vani centrali per disporre uova, latte e formaggi.

Effettua una regolare e accurata pulizia e manutenzione per limitare guasti e malfunzionamenti che possono essere causa di dispersioni di calore ed energia.

Spegni le luci quando non servono

Anche l’illuminazione può incidere sui consumi nel periodo estivo, soprattutto se ci dimentichiamo di spegnere le luci quando non servono.

Essendo fonti di calore, le luci contribuiscono a diffondere inutilmente calore, rendendo necessario l’uso del condizionatore e vanificandone spesso gli effetti.

Per risparmiare energia elettrica scegli le lampadine a Led al posto di quelle tradizionali, ti assicurerai una netta riduzione dei consumi e del calore.

Spegni gli apparecchi in stand by

Apparecchi ed elettrodomestici in stand-by non fanno altro che produrre ulteriore calore nel periodo estivo e assorbono enormi quantità di energia, facendo lievitare i costi in bolletta.

Per evitarlo ricordati di spegnerli staccando la presa dall’interruttore o utilizzando le ciabatte o prese multifunzione per spegnere più dispositivi contemporaneamente quando necessario.

Pin It on Pinterest